Ue: nuovi Stati nati da secessione saranno terzi e fuori da Bruxelles

ASCA) – Roma, 13 dic – ”Se una regione di un Paese membro dell’Unione Europea ottiene l’indipendenza piena dallo Stato di appartenenza, finisce automaticamente fuori dall’Ue e viene considerata un Paese terzo”. Lo ha dichiarato una portavoce della Commissione europea, Pia Ahrenkilde Hansen, richiamandosi ai documenti forniti in passato dall’esecutivo Ue per questi casi. ”La posizione generale su questi temi e’ che non spetta alla Commissione esprimersi sull’organizzazione costituzionale interna degli Stati membri. Tuttavia e’ stato piu’ volte detto che scenari come la separazione di una parte di un Paese dal resto, o la creazione di un nuovo Stato non sarebbero neutrali sui trattati europei”, ha aggiunto la portavoce, riferendosi ai casi di Scozia e Catalogna, che premono per avere la piena indipendenza da Londra e Madrid. ”La Commissione ricorda che l’Ue e’ stata creata dai trattati, che si applicano agli Stati. Se una parte di territorio cessa di essere parte dello Stato, non sarebbe piu’ parte dell’Ue. Un nuovo Stato sarebbe considerato Paese terzo”, ha concluso la portavoce della Commissione europea. (fonte AFP). red/mau
http://frontediliberazionedaibanchieri.it/2014/03/ue-nuovi-stati-nati-da-secessione-saranno-terzi-e-fuori-da-bruxelles.html

Ue: nuovi Stati nati da secessione saranno terzi e fuori da Bruxellesultima modifica: 2014-03-18T22:03:20+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *