Incendi Chernobyl: nube radioattiva avrebbe raggiunto anche il Mediterraneo e l’Italia

no tav, generale russo venaus, susa, chiomonte, torino-lione, chianocco, davi lucianohttps://www.meteolive.it/news/Notizie/78/incendi-chernobyl-nube-radioattiva-avrebbe-raggiunto-anche-il-mediterraneo-e-l-italia/85301/?fbclid=IwAR2O7dOatyyc2pVpn-JMSXSNaJwI1AwhszlvrjF5l6o8TJ1bRsCi2__EV_M

Notizie – 18 Aprile 2020, ore 06.49

Nei giorni scorsi vi abbiamo informato sull’emergenza incendi a Chernobyl, con le fiamme che avevano raggiunto all’inizio della settimana la zona circostante il deposito di Pidlisny, dove sono conservati i rifiuti più radioattivi dell`intera area della ex centrale nucleare. 

Secondo le ultime notizie, anche se i roghi risultano ormai domati, una vasta nube radioattiva si è sprigionata nella bassa atmosfera diffondendosi su una area piuttosto ampia.

Da una simulazione condotta in Francia dal`Institut de Radioprotection et Sûreté Nucléaire (IRSN), è emerso che le masse d`aria provenienti dalla zona degli incendi potrebbero aver raggiunto buona parte dell’Europa, compreso la Francia e l’Italia, a partire dal 7 aprile (gli incendi a Chernobyl sono divampati fra 6-7 Aprile).  Ciò è avvenuto anche grazie alle correnti prevalentemente nord-orientali in quota. 

Nel video pubblicato dall’IRSN si nota come la nube si diffonda verso sud, sud-ovest, raggiungendo (seppur attenuata) la nostra penisola. Il triangolo rosso rappresenta il punto di partenza, la posizione degli incendi in Ucraina. 

In base alla modellazione, in Francia è arrivata una nube con livelli di radioattività estremamente bassi, inferiori a 1 µBq / m 3 in cesio 137. In Italia invece i livelli di radioattività sarebbero maggiori, attestandosi fra 1 e 10 µBq / m 3, valori comunque ben inferiori rispetto a quelli dell’Ucraina e dei paesi vicini (colore arancione/rosso nella cartina). 

Come detto, si tratta comunque di una simulazione e non si hanno per ora dati certi. Gli esperti hanno dichiarato: “Sono in corso il campionamento di aerosol su filtri da dispositivi di grande volume della rete OPERA-AIR dell`IRSN (dispositivi per misurare minuscole tracce di radioattività), nonché le misurazioni associate. Queste misurazioni di tracce richiedono l`implementazione di mezzi molto precisi, i risultati non saranno disponibili fino alla prossima settimana” si legge nel comunicato ufficiale.”

L’Istituto ha inoltre rassicurato:
“L`impatto derivante dall`inalazione della radioattività trasportata dalle masse nell`aria che arrivano in Francia dovrebbe essere insignificante”.
Ben più preoccupante la situazione in Ucraina e nella capitale Kiev, dove la vicinanza degli incendi ha determinato un forte aumento dei livelli di inquinamento dell’aria.
Secondo quanto riportato da Reuters, gli incendi hanno fatto sì che l`aria di Kiev conquistasse un triste primato: negli ultimi giorni è risultata infatti la città più inquinata (o comunque fra le più inquinate) del mondo.

Le fiamme divampate nei pressi della centrale nucleare hanno spinto l`inquinamento di Kiev a livelli importanti, dando agli abitanti un altro motivo per rimanere al chiuso, oltre al coronavirus.

Autore : Redazione MeteoLive.it

Incendi Chernobyl: nube radioattiva avrebbe raggiunto anche il Mediterraneo e l’Italiaultima modifica: 2020-04-24T22:03:38+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *