Nota stampa – Cunial (Misto): Sostegno ai magistrati antimafia, processo ‘ndrangheta stragista è emblema della storia del nostro Paese

Roma, 11 lug. – “Dov’erano il Governo, il Ministro della Giustizia e il presidente della Repubblica? Ieri a Reggio Calabria, a fianco dei cittadini che hanno partecipato al sit-in in appoggio al procuratore aggiunto Giuseppe Lombardo, non c’era nessuno. Non una presenza, né una parola, per uno dei processi più rappresentativi della storia politica, economica e sociale del nostro Paese. Un processo fondamentale che mette ancora una volta bene in chiaro quanto la questione mafiosa ci riguardi tutti molto da vicino. Io, che vengo dal Veneto e che da due anni siedo in Parlamento, lo so molto bene. Per questo ho deciso di esserci, al fianco dei ragazzi di Our Voice e dei tanti cittadini italiani che di fronte a questo sistema criminale hanno deciso di alzare la testa”. Ad affermarlo è Sara Cunial, deputata del Gruppo Misto.  

“Questo è un processo scomodo perché unisce i puntini – continua – mafie, parti della politica, della finanza, dell’imprenditoria e delle più torbide affiliazioni riunite in un unico, e sempre più chiaro, disegno criminale. Un disegno che si ripete da anni, sulla bocca e nelle azioni di quel sistema che, da nord a sud, ha deciso di sacrificare la vita delle persone e il futuro di questo Paese a un manipolo di interessi privati e tossici. Il sistema del patto Stato-Mafia, quello delle stragi di Capaci e di Via D’Amelio, dell’ascesa di Berlusconi, Dell’Utri, Forza Italia e della Lega Nord come costola nuova di una andreottiana DC deviata e collusa. Il sistema delle Grandi Opere come Mose, Tap, Tav e Pedemontana, ovvero i regali che in questi decenni i vari governi hanno fatto alle mafie. E ancora – prosegue – il sistema della privatizzazione della sanità, delle colate di cemento, della gestione dei rifiuti, dell’incenerimento e del voto a pagamento. Un metodo che impone scelte scellerate ai territori, distruggendo la nostra terra, la nostra casa e la nostra dignità, senza alcuna considerazione per il volere dei cittadini e per il Bene Comune. È tempo di dire basta. Sempre più persone stanno agendo per contrastare tutto questo – aggiunge – cittadini onesti, magistrati capaci, amministrazioni locali sane, tutti osteggiati da una parte della politica marcia e collusa. Purtroppo, ancora una volta, i veri servitori dello Stato, coloro che stanno dedicando la loro vita alla ricerca della giustizia e della verità, andando così a toccare gli interessi degli alti livelli del potere, vengono delegittimati e isolati – spiega Cunial – per questo motivo ho reputato importante essere presente per seguire e sostenere da vicino l’ultimo giorno di requisitoria di Lombardo. Proprio ora che con il Dl semplificazioni si sta stendendo l’ennesimo tappeto rosso ai boss mafiosi verso la scarcerazione e che la mafia è stata fatta sedere al tavolo di gestione della Ricostruzione e del Rilancio del nostro Paese, dopo l’indegna gestione della cosiddetta emergenza Covid di cui ancora non abbiamo coscienza delle conseguenze economiche e sociali. Non è più tempo di delegare – conclude – è tempo di esserci, ben presenti e saldi nei propri valori e nella propria moralità”. 

Nota stampa – Cunial (Misto): Sostegno ai magistrati antimafia, processo ‘ndrangheta stragista è emblema della storia del nostro Paeseultima modifica: 2020-07-15T11:41:19+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *