Sono appena tornata dall’Ungheria…

In Crimea concedere un referendum per far decidere alla gente è considerato atto dispotico di un regime
In Italia il terzo governo imposto senza elezioni è democrazia

Sono appena tornata dall’Ungheria, alla faccia del paese incivile e dittatoriale! Budapest è città pulita, non esiste per terra una cartaccia o una cacca di cane. I mezzi pubblici si aspettano al massimo 5 minuti. Gli ungheresi sono visceralmente nazionalisti: hanno un brutto ricordo dei russi ma sono egualmente schifati degli europei, verso cui il governo di orban resiste, avendo accanto i 2/3 della popolazione. Mi chiedo infatti che razza di sistema sia quello che impone la “misura” di albicocche e mele in rapporto ad uno standard europeo (troppo grosse le albicocche e troppo piccole le mele) e che vorrebbe bruciare tonnellate di frutta perchè l’europa ha deciso che questo tipo di frutta è fuori standard e deve importarla. Chi lo decide? Oppure il fatto che una nazione sovrana debba usare in agricoltura gli OGM perchè “glielo dice l’europa”. Ma europa de che? Orban resiste a questa politica e per questo viene dipinto come è un “nazista” solo perchè sulla politica agricola della nazione che governa è intransigente o perchè non dissemina budapest di bische con dentro le slot-machines. Non è l'”europa” che “chiede” ma quei pezzi di merda maledetti che la governano in nome di banchieri e di multinazionali per cui l'”europa” è solo terra di conquista.

Barbara Cloro
Fonte: www.facebook.com
3.03.2014

Sono appena tornata dall’Ungheria…ultima modifica: 2014-03-10T22:39:25+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *