Liberi subito…il successo di una grande manifestazione No Tav

Torino 10 maggio un caldo pomeriggio estivo accoglie il popolo No Tav che ha organizzato una grande manifestazione popolare in difesa di Chiara, Claudio, Mattia e Niccolò incarcerati da 5 mesi.

 di Davide Amerio

in una Torino blindata dove le forze dell’ordine hanno stretto un cordone di sicurezza intorno al palazzo di giustizia e lungo le vie che intersecano cso Francia, ha sfilato un numeroso (circa 25mila persone) corteo di No Tav al grido di “liberi subito: Chiara, Claudio, Mattia e Niccolò“.

In assenza di istigatori e provocatori che alterassero gli animi più caldi e giustificassero l’intervento delle FfdOo in tuta antisommossa schierate in numero impressionate lungo tutto il percorso del corteo (metà via Roma era occupata da mezzi blindati), la manifestazione si è svolta secondo i riti conosciuti del popolo No Tav: cori, canti, musica, balli, bandiere al vento.

Amici che si ritrovano, chiaccherano di politica e ammiccano ai torinesi incuriositi da questa fiumana colorata che attraversa il cuore della città e si riversa in piazza Castello sino a riempirla completamente.

Il ritrovo era alle 14 in pza Adriano, l’attesa della partenza si è allungata a causa del ritardo dei gruppi che dovevano giungere da Milano: si vociferava che controlli di polizia sui pullman e sui treni bloccassero i manifestanti.

Tutte le anime del movimento sono presenti nel corteo chi con le solite bandiere rosse chi con striscioni di solidarietà con i giovani detenuti da cinque mesi nel carcere con l’assurda accusa di terrorismo per aver messo in atto un puro atto di sabotaggio che ha comportato l’”uccisione” di un generatore nel cantiere della Maddalena.

Seguono il corteo deputati e senatori del Movimento 5 Stelle (Della Valle, Airola, Scibona, Castelli), il candidato governatore Bono e i consiglieri comunali Bertola e Appendino. 

Appendino & BonoVittorio Bertola

Non manca l’infaticabile Alberto Perino e gli storici personaggi No Tav come Nicoletta Dosio che interviene dal palco della gremitissima piazza Castello (vedi sotto).

Ma ritroviamo personaggi amici del movimento come Giulietto Chiesa, Marco Revelli, Giorgio Cremaschi e Massimo Zucchetti. Partecipa anche lo scrittore Erri de Luca al quale riusciamo a porre qualche domanda (vedi intervista sotto)

Percorse via Cernaia e via Mazzini il corteo è arrivato in piazza Castello occupandola praticamente tutta e dal palco sono intervenute le mamme di Mattia e Niccolò e la piazza ha copiosamente applaudito e inneggiato ai ragazzi rinchiusi in carcere. Testimone della giornata è stata anche Aida, la madre di Carlo Giuliani morto durante le manifestazioni del G8 di Genova del 2001. Testimonianze di affetto, di solidarietà, ma sopra tutto la tenacia di chi sa di combattere per delle giuste cause all’interno di uno Stato corrotto e che non ha più speranza di essere recuperato se non con la cacciata dei “mercanti dal tempio”. Ancora una volta il popolo No Tav dimostra di esserci, di non rinunciare e di non piegarsi alle minacce, alle pressioni e ai ricatti del potere e della magistratura.

Intervista a Erri De Luca    

Intervento di Nicoletta Dosio 

Intervento di Aida Giuliani (mamma di Carlo)

  Interventi delle Mamme di Mattia e Niccolò

Liberi subito…il successo di una grande manifestazione No Tavultima modifica: 2014-05-13T15:32:53+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *