Tav tutela ambientale!

Settanta chilometri di elettrodotti interrati in Val di Susa. A beneficio di piani regolatori e tutela ambientale. Parola di Virano.

di Massimo Bonato

Dal 2015 in Val di Susa potrebbero essere completamente interrati i cavi dell’alta tensione. Riportano la notizia le agenzie su quanto rilasciato dal commissario straordinario della Torino-Lione Mario Virano, che ha presentato ieri, 14 maggio, il progetto d’intesa tra Ltf e Rfi. Progetto secondo il quale si renderebbe necessario l’interramento della linea elettrica aerea, che interferisce con il nuovo tracciato ferroviario. Si tratta di un investimento di 4 mln di euro, che il Cipe dovrà deliberare in autunno, per eliminare 428 tralicci e 70 chilometri di cavi (due linee da 35 chilometri ciascuna), tra Bussoleno e Salbertrand tra 2015 e 2016.

Un secondo intervento è in esame sulla tratta Bussoleno-Collegno, per il quale Virano ha dichiarato ”Si tratta di un intervento positivo dal punto di vista dell’efficienza, della salute pubblica, e paesaggistico”. Previsti sono l’ammodernamento della sottostazione elettrica ferroviaria di Chiomonte e il potenziamento della stazione elettrica Aem di Chiomonte, fornitore locale di energia elettrica.

Con Virano, anche Osvaldo Napoli, vice presidente dell’Osservatorio, ha parlato di “grande risultato per la Valle, per i suoi abitanti e, soprattutto, per l’ambiente”. Si tratterebbe per i sindaci, a detta di Napoli, di poter agire sui piani regolatori grazie a parcelle di territorio liberate dagli elettrodotti, e rafforzare così la politica di tutela ambientale. “È una conquista rilevante – insiste Osvaldo Napoli – sulla quale dovrebbero riflettere quanti utilizzano argomentazioni ambientali per dire no alla Tav. La Tav, in questo caso, diventa un tutore dell’ambiente”.

M.B. 15.05.14

RFI si offre di eliminare un elettrodotto a 50/60 kV (tra Bussoleno e Salbertrand) obsoleto e reso ormai inutile da anni, in particolare, in seguito alla realizzazione delle nuove stazioni di consegna TERNA/ENEL a 132 kV di Bussoleno e di Salbertrand ed ora di Collegno, belle compensazioni che si erano tenuti nel cassetto!!!

Tav tutela ambientale!ultima modifica: 2014-05-15T14:39:20+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *