“Rispettare l’indipendenza e la sovranità dell’Ucraina”

 
VictoriaNuland
Budapest, 5 dicembre 1994
Stati Uniti d’America, Federazione Russa e Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord,  Accogliendo con favore l’adesione dell’Ucraina al Trattato di non-proliferazione delle armi nucleari come Stato non dotato di armi nucleari,
Prendendo in considerazione l’impegno dell’Ucraina ad eliminare tutte le armi nucleari dal suo territorio entro un periodo di tempo specificato,
Osservando i cambiamenti nella situazione della sicurezza nel mondo, dalla fine della Guerra Fredda, che hanno determinato le condizioni per drastiche riduzioni delle forze nucleari.
Confermano quanto segue:
Stati Uniti d’America, Federazione Russa e Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, ribadiscono il loro impegno con l’Ucraina, in conformità con i principi dell’atto finale della CSCE, a rispettare l’indipendenza e la sovranità e i confini esistenti dell’Ucraina.
(…)
 
Così sono gli Stati Uniti a mostrare il loro impegno giuridico nel rispettare all’indipendenza e alla sovranità dell’Ucraina spostando i loro burattini sulla scacchiera:
In una conversazione trapelata on-line e pubblicata su YouTube il 6 febbraio, voci molto somiglianti a quelle dell’ambasciatore statunitense in Ucraina Geoffrey Pyatt e dell’assistente del segretario di Stato Victoria Nuland, discutono apertamente dei ruoli dei leader dell’opposizione ucraina e delle Nazioni Unite, della frustrazione per l’inerzia e l’indecisione dell’Unione Europea nel risolvere la crisi politica in Ucraina.
La presunta voce di Nuland aggiunge che Klishko non deve avere alcun ruolo nel governo. “Non credo sia necessario, non credo sia una buona idea“, dice.
Sì…credo … che non andrà al governo, solo farlo restare fuori e dargli un compito politico o roba del genere“, dice Pyatt.
Prima della fine della telefonata, Nuland dice a Pyatt che “ancora si preoccupa” per lui.
Commentando la pressione europea su Janukovich, o l’assenza, spiega di aver parlato alle Nazioni Unite e incontrato un funzionario che le ha detto che Ban Ki-moon, segretario generale delle Nazioni Unite, accettava di mandare qualcuno in Ucraina per “aiutare ad incollare la cosa e ad incollarvi l’ONU“, aggiungendo: “Lo sai, si fotta l’UE“. “Esattamente“, risponde Pyatt. “Penso che abbiamo potuto fare qualcosa per metterli insieme, perché si può essere sicuri che se non decolla, i russi lavoreranno dietro le quinte per silurarla. Lasciatemi lavorare su Klishko, e penso che dovremmo avere una personalità occidentale qui (in Ucraina) per far nascere questa cosa”, ha aggiunto.
Victoria Nuland è l’assistente per l’Europa del segretario di Stato. Bruxelles amerà questa telefonata.
Putin ringrazierà per tale telefonata su YouTube.
 
 
Traduzione di Alessandro Lattanzio
“Rispettare l’indipendenza e la sovranità dell’Ucraina”ultima modifica: 2014-02-07T21:55:42+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *