“COSTI AUMENTATI, INTERROGAZIONE ALLA GIUNTA PER BLOCCARE SUBITO IL CANTIERE”

Perché la Regione Piemonte non chiede la sospensione dei lavori del Tav? E’ quanto chiede il consigliere Francesca Frediani (M5S) attraverso un’interrogazione rivolta alla Giunta che sarà discussa nella prossima assemblea del Consiglio regionale. Infatti è ormai evidente come né il Governo nazionale né l’Unione europea dispongano di fondi necessari per realizzare l’opera anche alla luce del recente aumento vertiginoso dei costi (da 2,2 mld a 7,7).

A ciò vanno aggiunti i nuovi orientamenti dell’Europa, solo pochi giorni fa Michael Cramer (Presidente Commissione trasporti del Parlamento europeo) ha dichiarato che l’Unione non coprirà il cofinanziamento del 40% della Torino-Lione.

Quindi all’Italia toccherà sostenere circa il 60 per cento delle spese, che tradotto in soldi vale a dire oltre 7 miliardi di euro. E’ notizia di questi giorni di come anche la Corte dei Conti francese abbia messo in guardia il Governo di Parigi sull’eccessiva spesa relativa all’opera.

Arrivati a questo punto tutte le istituzioni a livello comunitario hanno dato un parere non positivo a questa grande opera inutile. Addirittura il senatore Stefano Esposito, vero e proprio ultras del Tav, ha dichiarato che a questo prezzo è meglio non realizzare l’opera. Un epilogo ampiamente previsto da coloro che da sempre si oppongono all’alta velocità in Valle di Susa.
La Regione Piemonte ha quindi il dovere di far sentire la propria voce e prendere una posizione netta affinché i lavori siano immediatamente sospesi.

Francesca Frediani, Consigliere regionale M5S Piemonte

“COSTI AUMENTATI, INTERROGAZIONE ALLA GIUNTA PER BLOCCARE SUBITO IL CANTIERE”ultima modifica: 2014-10-30T20:59:36+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *