Una deputata inchioda il criminale Abrams ai suoi delitti

A questo link troverete un’impressionante scambio tra la deputata Ilhan Omar e il rappresentante di Trump per l’attuazione del golpe in Venezuela, Elliott Abrams.
Nell’audizione alla Camera Ilhan Omar interroga il criminale di guerra e contro l’umanità Abrams su suoi trascorsi di gestore dei genocidi in Guatemala, Salvador e Nicaragua, negli anni ‘80.
Per aver mentito al Congresso su queste operazioni, ordinategli da Reagan, Abrams venne condannato, ma poi graziato da Bush Jr. e ora riabilitato per altre imprese latinoamericane da Trump.
Notare come la brava rappresentante somaloamericana rade al suolo il genocida.
Ne prendesse nota il presidente Mattarella, che l’operazione golpista, di cui Abrams è il perno, ha approvato e di cui ha chiesto la condivisione al nostro governo.
Ne prendessero nota i ministri e parlamentari che hanno avallato l’assalto al Venezuela sovrano, democratico e antimperialista, arrivando a mettere sullo stesso piano uno sconosciuto ex-terrorista, autoproclamatosi presidente su ordine di servizio Usa, è un presidente legittimamente eletto, con un voto al tempo giudicato del tutto corretto (come i precedenti 25 in vent’anni), sottoposto dagli Usa a una guerra economica feroce, onde sabotare un processo di emancipazione sociale e politica che è stato, con Chavez e Maduro, un faro di progresso e libertà per l’America Latina e il mondo.

Ilhan Omar Political Scorched Trump, il più recente criminale diplomatico-scontro di guerra

ilhan omar
TOM WILLIAMS

Elliott Abrams ha sostenuto gli squadroni della morte e il genocidio in America Latina, ma non può gestire le domande poste al riguardo.

L’amministrazione Trump ha guardato avidamente il Venezuela, facendo rivivere la vecchia abitudine degli Stati Uniti di rovesciare i governi latinoamericani in paesi con preziose risorse naturali. Per aiutare con questo, Trump ha chiamato Elliott Abrams, un uomo con una vasta esperienza nel sovvertire la democrazia e consentire l’omicidio di massa in America Latina, come inviato speciale in Venezuela.

Un anno fa, la sua presenza di fronte alla commissione Affari esteri della Camera avrebbe potuto essere un affare facile, ma mercoledì, il rappresentante del Minnesota Ilhan Omar voleva sapere se il Congresso potesse aspettarsi ancora più atrocità da lui questa volta:

Omar: Sig. Abrams, lei si è dichiarato colpevole di due accuse di rifiuto di informazioni dal Congresso in merito al suo coinvolgimento nell’affare Iran-Contra, per il quale è stato in seguito perdonato dal Presidente George HW Bush. Non riesco a capire perché i membri di questo comitato o il popolo americano debbano trovare qualche testimonianza che oggi dite di essere veritiera.

Abrams: Se potessi rispondere a questo-

Omar: non era una domanda.

Ciò dà il tono al resto dello scambio. Omar continua a dettagliare alcune delle orribili voci sul curriculum di Abrams, compresa la volta in cui ha liquidato il peggior massacro nella storia moderna dell’America Latina – quando l’esercito salvadoregno addestrato dagli Stati Uniti ha ucciso 800 civili – come propaganda comunista e in seguito riferito al sostegno americano lì come un grande risultato.

Nonostante le proteste di Abrams, nulla di ciò che Omar gli ha detto costituisce un attacco personale. Ciò che ha presentato è stato un catalogo di cose che Abrams ha detto e fatto in ruoli governativi ufficiali in passato, e che include la divulgazione di informazioni dal Congresso e l’abilitazione del genocidio sostenuto dagli Stati Uniti in America Centrale. Considerando che sta testimoniando davanti al Congresso per una posizione in cui può sanzionare ancora più violenza in Venezuela, quelli sembrano dettagli pertinenti.

“Vorresti sostenere una fazione armata in Venezuela”, ha chiesto Omar, “che si impegna in crimini di guerra, crimini contro l’umanità o genocidio se credi che stessero servendo gli interessi degli Stati Uniti come hai fatto in Guatemala, El Salvador e Nicaragua?”

A questo punto, Abrams si rifiutò completamente di rispondere alle domande sulla base del fatto che si trattava di attacchi personali. Ma per essere onesti, le domande di Omar sono in parte teatrali, un tentativo di ricordare alla gente, comprese Abrams, le atrocità che ha commesso.

Una deputata inchioda il criminale Abrams ai suoi delittiultima modifica: 2019-02-17T22:23:39+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *