Altri suicidi e aspiranti – SILENZIO!! non intervenire

ALESSANDRIA: RAGAZZA 25ENNE SENZA LAVORO E CON PROBLEMI ECONOMICI MINACCIA DI LANCIARSI SUI BINARI

28 luglio 2014

Una pattuglia del Distretto Centro della Polizia Municipale ha sventato, nella serata di sabato 26 luglio, un tentativo di suicidio. Erano da poco passate le 21, quando un passante ha avvisato la sala operativa della Polizia che in viale Brigata Ravenna una giovane donna aveva scavalcato il parapetto di sicurezza, minacciando di lanciarsi nel vuoto sui binari della ferrovia. Gli agenti, con il sottufficiale di servizio, si sono immediatamente recati sul posto ed hanno saputo dialogare con la ragazza – B.S, una venticinquenne residente nel capoluogo – fino a quando lei stessa, dopo aver accolto con fiducia la mano sporta dagli agenti, si è lasciata aiutare per oltrepassare quello stesso parapetto che poco prima aveva scavalcato per l’estremo gesto. Alla genesi di tale decisione forse l’oppressiva situazione economica, da ricercare nella mancanza di un lavoro ed una difficile situazione sociale.(…)

Leggi tutto su alessandrianews

http://www.crisitaly.org/notizie/alessandria-ragazza-25enne-senza-lavoro-e-con-problemi-economici-minaccia-di-lanciarsi-sui-binari/

BARI: CASSINTEGRATO SI TOGLIE LA VITA, LA PROCURA INDAGA PER ISTIGAZIONE AL SUICIDIO

28 luglio 2014

Si indaga per istigazione al suicidio. La morte di Fabrizio Budano, operaio 50enne di Surbo travolto dal dramma della ricollocazione mancata degli ex dipendenti della British American Tobacco, diventa un caso giudiziario. L’ipotesi di reato al momento è a carico di ignoti ma l’intenzione del pm Elsa Valeria Mignone è di scoprire le ragioni di un decesso che ha gettato nello sconforto una famiglia, composta da moglie e tre figli. Bufano si è allontanato da casa mercoledì. I suoi cari lo hanno cercato a lungo, poi hanno sollecitato le forze dell’ordine e venerdì mattina è arrivata la notizia che non avrebbero mai voluto ascoltare: il corpo del cinquantenne è stato trovato senza vita nella sua Renault Clio in località Borgo Piave, alla periferia di Lecce. In mano aveva ancora la pistola con cui si sarebbe sparato un colpo in testa. Su quell’arma l’ingegnere Riccardo Ramirez svolgerà una perizia balistica, mentre il medico legale Alberto Tortorella effettuerà l’autopsia, che dovrà chiarire innanzitutto a quando risale il decesso. Raccolti i primi elementi oggettivi, l’inchiesta scaverà nel passato dell’operaio, travolto insieme a circa cinquecento lavoratori dalla fuga della Bat dal Salento, avvenuta nel 2010. Da quattro anni a questa parte, infatti, è stato un susseguirsi di promesse non mantenute da parte delle aziende subentrate alla manifattura tabacchi, che si erano impegnate a garantire i livelli occupazionali. Dei tanto sospirati contratti, negli anni non si è vista neppure l’ombra e lo spettro della disoccupazione si è avvicinato sempre di più anche alle persone, come Budano, che usufruivano della cassa integrazione. L’incertezza del futuro, ad una lettura superficiale, potrebbe essere stata la causa scatenante del gesto estremo di un padre che pensava di riuscire più a mantenere i suoi figli.(…)

Leggi tutto su bari.repubblica

http://www.crisitaly.org/notizie/bari-cassintegrato-si-toglie-la-vita-la-procura-indaga-per-istigazione-al-suicidio/

EMPOLI: 43ENNE SENZA CASA E LAVORO MINACCIA IL SUICIDIO DAL PONTE DELL’ARNO

29 luglio 2014

Un uomo di 43 anni alle prese con problemi economici e senza casa ha minacciato di buttarsi dal ponte dell’Arno. Nel tratto in cui minacciava il gesto, prima di essere fermato dai soccorritori, l’acqua è bassa quindi se avesse davvero attuato la propria minaccia avrebbe potuto farsi molto male. L’impressione comunque è che si trattasse di un gesto dimostrativo e che l’uomo non fosse veramente intenzionato a suicidarsi. Dopo i primi soccorsi l’uomo è stato ricoverato all’ospedale San Giuseppe.(…)

Leggi tutto su gonews

http://www.crisitaly.org/notizie/empoli-43enne-senza-casa-e-lavoro-minaccia-il-suicidio-dal-ponte-dellarno/

LUCCA: RUBA PER FAME ALL’ESSELUNGA DI SAN CONCORDIO, DENUNCIATO 30ENNE

28 luglio 2014

Compie un furto all’Esselunga di San Concordio, ma viene notato dagli addetti alla sicurezza interna del locale mentre infila i prodotti in una sacca di tela e finisce nei guai. E’ un trentenne, di origine maghrebina, che è stato beccato subito dopo aver oltrepassato le casse e, senza opporre resistenza, ha estratto dalla sacca tre confezioni di salmone, un pezzo di parmigiano, due focacce e due confezioni di bagnoschiuma che costituivano il suo bottino, confessando di non disporre dei 50 euro necessari per acquistarli. L’uomo è stato accompagnato in questura ed identificato ma è risultato in regola con i documenti e soprattutto mai conosciuto dalle forze dell’ordine per atti del genere. La direzione dell’Esselunga ha comunque presentato regolare denuncia per il furto.

Fonte luccaindiretta

http://www.crisitaly.org/notizie/lucca-ruba-per-fame-allesselunga-di-san-concordio-denunciato-30enne/

ROMA: ARRESTATI DUE ISPETTORI AGENZIA DELLE ENTRATE PER CONCUSSIONE

29 luglio 2014

Due ispettori dell’Agenzia delle Entrate di Roma sono stati arrestati oggi con l’accusa di concussione dai finanzieri del Gico. A ordinare l’arresto su richiesta del pm Mario Palazzi è stato il gip Simonetta d’Alessandro. Al centro della vicenda giudiziaria la richiesta di una tangente tra i sette e gli ottomila euro per ogni ‘scontò di 100mila euro sulla somma che non era stata corrisposta al fisco ed era stata oggetto di accertamento da parte dei due ispettori.

Fonte Adnkronos

http://www.crisitaly.org/notizie/roma-arrestati-due-ispettori-agenzia-delle-entrate-per-concussione/

Altri suicidi e aspiranti – SILENZIO!! non intervenireultima modifica: 2014-07-31T12:58:03+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *