Un omaggio a Nicoletta Dosio, che ci ricorda come si fa

https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/11/15/un-omaggio-a-nicoletta-dosio-che-ci-ricorda-come-si-fa/5564844/?fbclid=IwAR10rUc-tBlSj9eTyZ-bKQYeialM8WxknpUry1cY5iPbMeqBPx5oMQ6AH-s 

Non di rado rubriche simili a questa sui giornali sono dedicate a storie di persone che gli autori ritengono un esempio, storie di buone azioni e buoni sentimenti per lo più. Vorremmo farlo anche noi oggi e dacché i bravi ragazzi sono tutti occupati, dedicheremo la rubrica a una cattiva ragazza, per di più pregiudicata. 

 Nicoletta Dosio ha 73 anni, ha insegnato tutta la vita in Val di Susa e da sempre è parte del movimento No Tav. Nel 2012, con altri, per protesta aprì per un’ora il casello di Avigliana dietro lo striscione “Oggi paga Monti”. Le hanno dato un anno, la condanna è definitiva e mercoledì le hanno fatto visita i carabinieri: “Non era per accompagnarmi in carcere, ma per verificare l’idoneità della mia casa a diventare per un anno la mia prigione. Ho risposto che non ho chiesto misure alternative, quindi, ancora una volta, non sono disponibile a essere la carceriera di me stessa: i domiciliari non li rispetterò. Ma com’è che questa ‘giustizia forte con i deboli e debole con i forti’, pronta a mandare in carcere un povero diavolo che sottrae a un supermarket due scatolette di tonno, risoluta a randellare coi suoi tribunali ogni opposizione sociale, cerca di evitare nei miei confronti un provvedimento che la sua stessa legge le imporrebbe? Vedremo nei prossimi giorni. La partita a scacchi continua”. Qualche anno fa avremmo detto “testa e palle”, oggi che quel linguaggio non si porta più scriviamo “testa e coraggio”: e chi se l’aspettava che ce ne fosse ancora in giro? D’altronde, si sa, le cattive ragazze vanno dappertutto: pure in galera.

 

Un omaggio a Nicoletta Dosio, che ci ricorda come si faultima modifica: 2019-11-15T17:41:52+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *