La puntata di Report indigesta a Lega e FdI: “Violata la par condicio”

https://www.globalist.it/politics/2019/10/23/la-puntata-di-report-indigesta-a-lega-e-fdi-violata-la-par-condicio-2048044.html?fbclid=IwAR3YVUM08NOUwjpwGl3AHiQ9_m5gQOhxyzkgbRSVtjlogbLVfq0yUElkwIc

logo Globalist

Due consiglieri di Lega e Fratelli d’Italia nel Cda Rai hanno mosso accuse a Sigfrido Ranucci, che si difende: “abbiamo chiesto a Salvini di commentare il materiale, ha sempre rifiutato”

Salvini

Salvini

globalist 23 ottobre 2019

Salvini avrà anche detto che, la sera del servizio shock di Report sul Russiagate, stava guardando Checco Zalone, ma gli altri membri della Lega la puntata l’hanno vista eccome. E gli è stata parecchio indigesta, dato che è andata a scoperchiare una galassia nera che lega Salvini, La Lega e oscuri oligarchi russi. 
Salvini ha dichiarato che “su Savoini voglio le prove”, come se quelle mostrate durante l’episodio non siano sufficienti. Tra l’altro, Sigfrido Ranucci ha replicato dicendo che “per ben tre volte abbiamo contattato Salvini, invitandolo a dire la sua sul materiale che avevamo raccolto”. 
“In Rai sono stato sempre libero e mi sento libero – prosegue Ranucci – Questa è una cosa essenziale per chi fa giornalismo d’inchiesta. Le inchieste vanno valutate per la loro attendibilità, non con la lente della politica. Su questo mi aspetto un giudizio. La puntata andrà in replica come sempre anche sabato (giorno prima del voto in Umbria, ndr), e lunedì torneremo su questo argomento” assicura.
Ma nel Cda Rai volano gli stracci: secono quanto si apprende, i consiglieri Igor De Blasio (Lega) e Giampaolo Rossi (Fratelli d’Italia) hanno mosso accuse pesanti a Report, sostenendo che con il suo servizio abbia violato la par condicio. Tesi respinta da Rita Borioni (Pd) e Riccardo Laganà (dipendenti) che hanno difeso la trasmissione, che avrebbe solo esercitato il diritto di cronaca.
Ma Salvini non si arrende, e adesso sostiene che l’audio da cui è partito lo scandalo Russiagate sia stato montato ad arte per incastrarlo: “Non sarebbe la prima e unica volta che un audio viene montato e smontato, c’è un’inchiesta, facciamo lavorare i giudici, ma io voglio delle prove”. 
E riguardo gli incontri con l’oligarca russo Malofeev, che nell’inchiesta ha delle uscite disgustose su donne e omosessuali? “L’Italia vera ha altri problemi, non chi ha incontrato Salvini anni fa” ha detto il leader leghista parlando di sé in terza persona, “mi sembra surreale. Smettiamola con questa menata dei soldi. Secondo lei, vado a Mosca a chiedere 65 milioni di dollari per il petrolio? Nessuno ha mai chiesto o preso soldi, se questo signore, Malofeev, pensa che i gay sono malati e le donne devono fare le casalinghe io dico che non è il mio pensiero. Un altro paio di maniche sono l’utero in affitto, che mi fa schifo al pensiero, e che i bimbi non siano adottati da una mamma e un papà”.
Per Salvini “quel che è certo è che Soros finanzia partiti italiani in Parlamento. Io Malofeev l’ho visto un anno e mezzo fa, prima di andare al governo, incontro centinaia di persone”. E su Gianluca Savoini, coinvolto nell’inchiesta milanese, il segretario leghista ha detto: “Per me gli italiani sono innocenti fino a prova contraria. Io aspetto che i giudici ci dicono che cosa è successo. C’è un’inchiesta, facciamo lavorare i giudici. Voglio delle prove, non sarebbe la prima volta che un audio viene montato e smontato, aspettiamo le prove”.

La puntata di Report indigesta a Lega e FdI: “Violata la par condicio”ultima modifica: 2019-10-25T22:09:37+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *