ASSESSORE DI BUSSOLENO ATTACCA CIRIO PER LE FRASI CONTRO I NO TAV

http://www.valsusaoggi.it/assessore-di-bussoleno-attacca-cirio-per-le-frasi-contro-i-no-tav/?fbclid=IwAR2zLdpsZOLJMo0i95_D-8zxh8lnCQvOYkcTQyrt2JLVSKa35jUczHuT9HI

di FRANCESCO RICHETTO (assessore di Bussoleno)

“In Piemonte vedo i professionisti delle manifestazioni, no Tav, centro sociali… mi piacerebbe sapere come fanno a vivere visto che non hanno lavorato una sola ora della loro vita. Vorrei che l’ispettorato del lavoro quando viene a fare pulci alle nostre aziende andasse alle manifestazioni dove ci sono sempre gli stessi a chiedergli come fanno a vivere senza lavorare”. Lo ha detto Alberto Cirio, governatore del Piemonte, dal palco di piazza San Giovanni.

Doppio passo e botta col destro” 19′ del primo tempo, Ronaldo 701 gol in carriera. Si chiuderà 2-1 per la Juventus il sabato sera di Torino. Pensavi di aver visto tutto, una giornata piena di emozioni e invece no. La domenica mattina arriva lui, te l’eri perso, il bomber, il vero bomber Alberto Cirio che con sole tre frasi riesce a vincere il premio miglior marcatore della giornata. Riesce in un colpo solo a:

1) Insultare gravemente la laboriosità dei popoli delle alpi e insieme di tutti i no tav che non per una ragione geografica ma etica e politica hanno scelto di esserlo.
2) Non capire che ogni giorno dedicato a manifestare, scioperare è un giorno di laboriosità altra, in cui ahimè l’ispettorato del lavoro c’entra poco.
3) Non capire che le difficoltà delle aziende piemontesi sono dovute ad altri motivi. I principali restano cmq la tassazione altissima (imposta dai governi come il suo per altro) per pagare opere e scelte inutili come la nuova linea Torino-Lione.
4) Non sapere che l’ispettorato del lavoro non serve a vedere se vai a lavorare o no, o meglio se hai un lavoro e come ti mantieni…

E niente: sembra di rivedere Diego Armando Maradona nel Mondiale del 1986 con i suoi 60 metri in 10 secondi superando in una corsa cinque giocatori inglesi prima di arrivare in rete. E anche lui entra di diritto nell’albo d’oro insieme ai suoi predecessori Ghigo, Bresso, Cota e Chiamparino. A testa bassa contro la Valsusa…vedremo…

Intanto colgo l’occasione per fare gli auguri a lui e a tutta la schiera di vassalli e valvassori che si prostreranno alla sua corte, come lui d’altronde ha fatto ieri a quella di Salvini.

Per loro, per tutti i valsusini che a lui sorridono, prendo a prestito un’altra perla della politica istituzionale italiana del senatore Vincenzo D’Anna, che disse rivolto ai suoi colleghi in occasione dell’Italicum: “Avete un sacco di persone che si sono intossicati dei salamelecchi e degli inchini talmente profondi che a molti di loro gli si vede il culo a furia di abbassarsi e non è un bel vedere, cari amici” Duramente rimproverato dalla presidenza del senato si giustifica “E’ un termine anatomico. L’ha usato il Papa. Credo che sia consono. C’è anche una forma idiomatica: faccia da culo. Chiedo comunque scusa, lo dicevo per non farne una questione semantica.”

E niente queste righe si chiudono così, come meritano, in ginocchio, davanti al divano con almeno 10 minuti di applausi…

ASSESSORE DI BUSSOLENO ATTACCA CIRIO PER LE FRASI CONTRO I NO TAVultima modifica: 2019-10-23T21:07:29+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *