La resistenza di Montanari: “Ora Torino è inchiodata”

https://www.lospiffero.com/ls_article.php?id=46840

Lo Spiffero

L’ex vicesindaco continua a manifestare la sua delusione dopo il siluramento: “Bloccati tutti i progetti in cantiere”. E intanto prepara un’assemblea per chiamare a raccolta comitati e associazioni scontenti di questa amministrazione

Non sarà un addio silenzioso, in punta di piedi, quello dell’ex vicesindaco Guido Montanari, che anzi da quando si è visto sfilare deleghe e posto in giunta ha iniziato una sua personale resistenza. Prima le accuse a Chiara Appendino di aver ceduto ai poteri forti di Torino, poi la rivendicazione del buon lavoro svolto, a suo giudizio. Oggi torna a esternare: “Se secondo la sindaca la Città viaggiava con il freno a mano tirato, ora si può dire che sia davvero inchiodata. Con la revoca delle mie deleghe all’urbanistica e all’edilizia sono decine i progetti fermi e molti quelli che non hanno più la spinta politica che li sottendeva. È un peccato per Torino ed è la cosa che più mi preoccupa in questo momento” ha affermato Montanari.

Non è tutto. L’ex braccio destro di Appendino ha inoltre annunciato per i prossimi giorni un’assemblea pubblica, “un incontro per fare un bilancio di questi tre anni” dice, ma soprattutto “per spiegare i motivi che hanno portato alla mia cacciata”. Un modo per rinsaldare il legame con quei comitati e movimenti che in questi anni da vicesindaco l’hanno scelto come punto di riferimento politico di una giunta sempre più in continuità con il passato. E non è detto che al suo fianco, in quell’occasione, non ci saranno anche quei consiglieri che così male hanno digerito la sua defenestrazione e ora minacciano rappresaglie contro la sindaca. 

“Ringrazio i tanti rappresentanti di associazioni di imprese, i costruttori, i progettisti, gli sviluppatori che in queste ore mi hanno inviato messaggi di solidarietà spesso riconoscendo, anche a partire da visioni diverse, il mio costante impegno per il lavoro e per uno sviluppo sostenibile” ha concluso Montanari. La sua resistenza proseguirà fuori dalle stanze dei bottoni e per Appendino non è una buona notizia.

La resistenza di Montanari: “Ora Torino è inchiodata”ultima modifica: 2019-07-19T21:42:29+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *