Torino, la sindaca cede: alla marcia No Tav andrà il vice con la fascia tricolore

https://torino.repubblica.it/cronaca/2018/11/19/news/torino_alla_marcia_no_tav_il_vicesindaco_con_la_fascia_tricolore-212079492/?fbclid=IwAR1uzKP9sXqZfdUwDZnBQnpf9skYMTfRDtBImLcOflpVCLFVRRlWxDzp6-M

No al gonfalone della Città, sì al numero due della giunta Montanari in rappresentanza del Comune

di DIEGO LONGHIN

19 novembre 2018

No al gonfalone, sì al vicesindaco con la fascia tricolore che parteciperà alla manifestazione No Tav dell’8 dicembre per rappresentare il Comune di Torino. Alla fine, dopo essersi spaccati sulla presenza del gonfalone della città alla marcia contro la linea ad alta velocità tra Torino e Lione, il Movimento 5 Stelle e la sindaca Chiara Appendino ritrovano l’armonia. Niente gonfalone, come avrebbe voluto l’ala più estremista del gruppo M5S in Sala Rossa e il consigliere Damiano Carretto, ma sì al vicesindaco Guido Montanari con fascia. Formalmente, come dicono la norma e le sue interpretazioni, è come se andasse in piazza la stessa sindaca. La disciplina dell’uso della fascia infatti, spiega il dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del ministero dell’Interno “è legata alla natura delle funzioni del sindaco quale capo dell’Amministrazione comunale ed ufficiale di Governo. Allorquando il sindaco sia assente o impedito temporaneamente spetta solo al vice sindaco fregiarsene”. Fanno eccezione i delegati del sindaco incaricati di svolgere funzioni di ufficiali di stato civile come per esempio i consiglieri comunali che celebrano i matrimoni. E infine, in base alla prerogativa di autonomia dei Comuni, ogni amministrazione ne stabilisce l’uso con diverse modalità, anche se il dettato della norma è un altro. Ma un fatto resta: la fascia rappresenta la funzione del sindaco.
Appendino: “Al corteo No Tav nessun simbolo ufficiale della Città”
La decisione di mandare Montanari in piazza è stata maturata nel corso della giornata e discussa anche in una riunione di maggioranza dopo il Consiglio comunale. Già in passato il vicesindaco ha marciato con la fascia a manifestazioni No Tav, ma la partecipazione al corteo dell’Immacolata tra piazza Statuto e piazza Castello viene dopo il sit-in “Si Tav” con circa 40 mila che pacificamente si sono riversati nel cuore di Torino. Cosa che non è sfuggita alla sindaca Appendino che, pur non rinnegando le sue posizioni No Tav, dopo il post di Carretto che chiedeva una presenza istituzionale di Torino, ha sottolineato che “Non ritengo, oggi, di coinvolgere nella manifestazione dell’8 dicembre simboli istituzionali che, per la loro stessa natura, rappresentano la sensibilità di un’intera comunità”.

Passate 24 ore, la soluzione trovata per riportare la pace tra sindaca e gruppo, è quella di lasciare nella teca in Municipio il gonfalone e di mandare il vice in versione ufficiale. Anche la fascia tricolore, però, è uno dei simboli istituzionali più alti per un Comune. Il simbolo stesso con cui al sindaco viene conferito l’incarico nella cerimonia di insediamento. Alla fine della riunione Valentina Sganga sottolinea che “Il M5S prenderà parte alla manifestazione dell’8 dicembre, come ha sempre fatto, senza bandiere. Saranno presenti consiglieri, assessori e, come di consueto, il Vicesindaco Montanari con fascia tricolore, delegato dalla Sindaca Appendino. Non saranno invece presenti i simboli della Città di Torino: stemma, gonfalone e bandiera”.

Torino, la sindaca cede: alla marcia No Tav andrà il vice con la fascia tricoloreultima modifica: 2018-11-21T00:02:25+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *