RICORDIAMO AGLI SMEMORATI GIORNALISTI che decantano la Spagna che quest’ultima ha accolto l’ultima nave nel 2011- 7 ANNI FA

A PROPOSITO DEI “MIGRANTI”

Proviamo a analizzare con un po’ di criterio il flusso delle operazioni e dei mezzi impiegati per effettuare il tragitto che separa la costa libica dall’Italia.
1- I migranti arrivati sulla costa libica vengono raccolti in gruppi di circa 200 persone per occupare un gommone.
2- L’imbarco avviene quasi sicuramente a terra in un luogo adatto.
3- Il gommone adatto allo scopo di contenere 200 persone è dotato di un motore fuori bordo di non più di 50kw, a guardare le varie foto pubblicate.
4- 200 persone, calcolando una media di 70kg cadauna, perché a vederle sembrano tutte ben nutrite e in forze, sommano un carico di circa 14.000kg.
5- Un fuoribordo di 50kw per muovere di qualche metro all’ora tale natante consuma almeno 5l/ora.
6- La distanza che intercorre tra la costa libica e quella italiana è di circa 700 miglia marine (1,8km per miglio).
7- Supponendo ottimisticamente che con 5 litri di carburante si percorra circa 1miglio in un’ora, è necessario portarsi appresso una scorta di carburante di circa 3.500 litri di benzina in opportuni contenitori di acciaio capienti non più di 100 l. cadauno.
8- Il natante, percorrendo circa 1 miglio all’ora, con 200 persone e qualche bagaglio, impiegherà con molta approssimazione 700 ore per raggiungere le coste italiane con mare calmo, circa 30 giorni. Pertanto sarà necessario portarsi appresso cibo e soprattutto acqua per almeno 2kg/persona-giorno. Per 200 persone almeno 400kg/giorno e per 30 giorni fanno 12.000kg.
9- Ora facciamo un po’ di conti molto sommari sulla ipotetica stazza del natante:
a-Il gommone e il motore peserà almeno 1.500kg
b-Il carico umano almeno 14.000kg
c-La benzina nei suoi contenitori 5.000kg
d-Cibo e acqua 12.000kg
TOTALE 32.500 kg (32,5 tonnellate) per difetto.
Dalle osservazioni fatte sulle foto pubblicate dei cosiddetti salvataggi non sembrerebbe che, oltre al carico umano e a un gommone semisgonfio, non ci sia nulla di tutto ciò.
DA QUESTE SOMMARIE OSSERVAZIONI SE NE DEDUCE CHE I “MIGRANTI” SI ASPETTANO DI AFFRONTARE UN VIAGGIO BREVE E CHE SI ASPETTANO DI ESSERE RACCOLTI DA QUALCUNO. SU APPUNTAMENTO. PERTANTO CHI LI “SALVA” NON SVOLGE UN’AZIONE DI SALVATAGGIO MA DI TRAGHETTO, IN BARBA ALLE LEGGI.
Bruno Venturi
Le gazzette liberal-fasciste, com’era ovvio, strumentalizzano la vicenda dell’Aquarius, nonostante che l’unico governo europeo che sta comunque portando soccorso ai migranti sia proprio quello italiano.
 
Solo i citrulli sinistrati possono credere che ai padroni delle gazzette interessi davvero la sorte dei migranti. Questi non sono né balocchi ideologici per sinistrati viziati e annoiati né merce a disposizione dei negrieri. E non sono nemmeno una massa di pezzenti che minacciano la “civiltà bianca” come farneticano i neofascisti che dovrebbero essere rinchiusi in una colonia penale insieme con i negrieri.
La solidarietà nei confronti degli africani indotti dai negrieri europei, italiani e non, a venire in Europa ( a parte ovviamente quella feccia che è presente in ogni società e che emigra solo per sfruttare la possibilità di delinquere in una terra più ricca) è fuori discussione, ma i trafficanti di migranti devono essere colpiti senza se e senza ma.
O l’Ue è disposta a impegnarsi seriamente in questo senso e a rimuovere le cause dell’immigrazione oppure il governo italiano proceda da solo, infischiandone dell’Ue e adottando una serie di misure che puniscano severamente chiunque favorisca il traffico di migranti.
cit Fabio Falchi
RICORDIAMO AGLI SMEMORATI GIORNALISTI che decantano la Spagna che quest’ultima ha accolto l’ultima nave nel 2011- 7 ANNI FAultima modifica: 2018-06-12T14:36:39+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *