Ora ringraziano la Spagna, che ci dà lezioni di umanità.

aquarius3

Ma quando sparava proiettili di gomma? Ma…se non erro, non c’è anche una barriera in terra iberica? Boh…
LUCA D’AMICO
la SPAGNA HA ACCOLTO L’ULTIMA NAVE NEL 2011 CARI PENNIVENDOLI SCRIVETE ANCHE QUESTO
se poi finiscono a lavorare a 3 euro si indignano, se stuprano e rubano i destri si indignano i sinistri CENSURANO. Intanto gli altri paesi che non accolgono non sono “nazisti” ed obbediamo ai loro diktat….mah….mafia capitale rules

RICORDIAMO E SCRIVIAMO ANCHE QUESTO?
Nel 1997 il presidente del Consiglio Romano Prodi e il Ministro dell’Interno Giorgio Napolitano bloccarono i porti italiani per fermare l’immigrazione dall’ Albania.
Ecco quanto scriveva La Repubblica:
“La Marina risponde con un blocco navale: da ieri è scattata la linea dura. Non sono più profughi, ma immigrati non in regola. E quindi vanno respinti. Ma l’ Italia non si limiterà a ‘blindare’ il canale d’ Otranto; invierà anche cibo e medicinali in Albania.”
Germana Ruggeri 
Accoglienza evangelica
Ho visto che molti cattolici, sicuramente in buona fede, in queste ore stanno alacremente appoggiando il traffico delle ONG che importano carne umana giustificando questo sistema con citazioni del Vangelo, ecc.
Fratelli e amici, dobbiamo svegliarci!
Come possiamo definire “accoglienza evangelica” il traffico di centinaia di migliaia di persone che mafie innominabili deportano con la complicità di ONG notoriamente finanziate da “poteri forti” che di cristiano non hanno NULLA, allo scopo di realizzare deliranti progetti di “melting pot” forzati o, più banalmente, per arricchire una rete senza scrupoli di sfruttatori, di organizzazioni para-criminali, di conventicole alle quali, purtroppo, certi partiti come il PD e la stessa CEI (si …la CEI di cui il pessimo biblista semi-ateo Ravasi é noto esponente!) si sono prestati e arricchiti?
Fratelli, é scritto: “Puri come colombi e scaltri come serpenti”, giammai fresconi o, peggio ancora, finti tonti conniventi!
aquarius4
Guardate la ROTTA di Aquarius stanotte: il Governo italiano ha mandato due motovedette con personale medico (medici, non gendarmi armati!) per assistere i 639 immigrati presenti (tutti uomini …solo 11 donne. Che strano…). Appena l’hanno saputo, i piloti della nave sono FUGGITI! Perché? Chiedetevelo! Cosa nascondono? Se io scappo da un posto di blocco della polizia, lo faccio forse per evitare solo una multa perchè non ho messo la cinta? Ummm…
Svegli amici! Cercate di capire qual è realmente la posta in gioco oggi al di là della “retorica dell’accoglienza”!
A tutti è concessa dal buon Dio una possibilità di capire: sfruttiamola.Gianluca Marletta
Insegnamenti petalosi
La vostra retorica diritto-umanista fa semplicemente ridere: per quali donne e bambini vi state stracciando le vesti? Forse per quelle sei donne che sono arrivate cadaveri in uno degli ultimi imponenti sbarchi qui a Cagliari? Una nave piena di uomini sani e forti e 6 donne morte “durante una rissa“. Sei donne morte senza un motivo, senza indagini e senza verifiche. I loro carnefici in giro per la nostra città, i loro cadaveri, ancora a distanza di un anno o più – immagino – in una cella dell’obitorio, alcuni senza neanche un nome. Sono stati documentati da magistratura e media gli orrori – torture, stupri, cannibalismo – dei trafficanti africani di “migranti” africani. Sono state svelate le complicità internazionali i milioni investiti, la speculazione portata avanti sulla pelle di chi parte e di chi viene invaso. La vostra pietà e apertura mentale vi fa scegliere le scuole dove non ci sono stranieri, perché i n€gr€tti “so’ tanto carucci”, ma non se diventano il compagno di banco dei vostri figli. Ve ne sbattete della cause di questo fenomeno indotto e devastante, come ve ne sbattete degli effetti, scontati e drammatici, ormai sotto gli occhi di tutti.
Non avete nulla da insegnarci. Febe Polluce
Ora ringraziano la Spagna, che ci dà lezioni di umanità.ultima modifica: 2018-06-12T14:45:43+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *