Aggressione alla 14enne foggiana, già libero il senegalese. Per lui semplice obbligo di firma

il “giovane”….uno che molesta e tenta di violentare una minorenne se straniero va bene appellarlo semplicemente come giovane, SE FOSSE STATO autocono i termini sarebbero stati ben altri ed anche la relativa attenzione mediatica

Il giovane, classe ’90, era stato sottratto dal linciaggio di alcuni passanti solo grazie al rapido intervento della polizia
È tornato in libertà il senegalese che martedì scorso ha tentato di aggredire una 14enne in Via San Severo a Foggia. Processato per direttissima, allo straniero è stata concessa la libertà con obbligo di firma. L’africano, 28 anni, si è avvalso della facoltà di non rispondere specificando soltanto di aver avuto con sé il coltello (poi sequestrato dalla polizia) in quanto gli serviva per lavorare in campagna. Il senegalese è difeso dall’avvocato Alessia Maccione.
Stando all’accusa, la 14enne aggredita e minacciata con l’arma da taglio era in compagnia di una sua coetanea mentre passeggiava verso un chiosco per acquistare qualcosa da mangiare. Improvvisamente sarebbero state affiancate dal senegalese che avrebbe estratto il coltello dalle tasche per poi “invitarle” con la forza a seguirlo. Le due ragazzine sarebbero scappate urlando a più non posso. Alcuni passanti hanno allertato la polizia tentando anche di linciare il senegalese, sottratto dal pestaggio solo dal rapido intervento degli agenti.
Ultima modifica: 8 giugno 2018 
Aggressione alla 14enne foggiana, già libero il senegalese. Per lui semplice obbligo di firmaultima modifica: 2018-06-10T11:43:54+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *