I radical shit scoprono il caporalato anche se esiste da sempre

di maio

Quello che fa più incazzare non è l’accusa falsa di razzismo, lanciata sempre dai benpensanti, sul sindacalista dell’USB ucciso due giorni fa, sappiamo bene quanto i promotori dell’accoglienza tout court siano entusiasti di far entrare migliaia di persone sul nostro territorio, per poi lasciarli a se stessi, come fossero carta straccia. Quello che proprio mi manda in bestia è che ce se ne accorge solo quando ci scappa il morto sul problema del caporalato, sullo sfruttamento nel raccogliere i pomodori, sulla manodopera a basso costo.
Sono più di 20 anni che si usano questo mezzi. Persone trattate peggio degli schiavi, obbligati a lavorare ore e ore sotto il sole, per qualche misero euro da portare a casa.
Per gente come Gassman o la Bonino non sono un problema, per loro se lo fanno gli italiani o gli immigrati è lo stesso, basta che non menzionino lo sfruttamento dietro, ma voi che oggi tirate in ballo il razzismo su un omicidio che sembra avere invece tutti i risvolti per una vendetta tra caporalati e chi prova a combattere lo sfruttamento lavorativo, non vi sentite un tantino merde a voler evidenziare il colore della pelle di un uomo che ha perso la vita per denunciare quello che voi invece continuate ad arricchire, sostenendo questa immigrazione di massa?
Maura Alpaca Brugnoli fb
VORREI TANTO SAPERE DAI BRACCIANTI SFRUTTATI DALLA MAFIA COME IL SINDACALISTA UCCISO QUANTO SI SENTONO RAPPRESENTATI/TUTELATI DALLA SIGNORA E SUO PARTITO  VIDEO  LA KYENGE SEMINA ODIO E INCITA LE RISORSE A RIBELLARSI CONTRO IL GOVERNO LEGA/M5S
I radical shit scoprono il caporalato anche se esiste da sempreultima modifica: 2018-06-07T09:50:07+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *