Giudice Roia: ipotesi reato su attacchi a Mattarella

e se chi ricopre quella carica tradisce il mandato offendendo il prestigio di tale carica? Ecco che farlo notare diventa reato, vai a dire che non è una dittatura.

La “minaccia” di impeachment è un atto previsto dalla nostra normativa, quindi, di che “minaccia” stiamo parlando??
costituz 4
cp 278
Luca D’Amico:
Ipotesi di reato!
Ecco quello che il giudice #FabioRoia, presidente della sezione misure di prevenzione del Tribunale di Milano, ipotizza in merito alla critiche rivolte a Mattarella.
Il testo continua: “gli attacchi violenti e irresponsabili ricevuti dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella potrebbero integrare anche ipotesi di reato”….”L’opinione è stata espressa da Roia nella mailing list dell’Associazione Nazionale Magistrati. In queste ore, decine di ‘toghe’ stanno esprimendo spontanea solidarietà al Capo dello Stato per gli attacchi ricevuti dalle forze politiche che sostenevano la formazione di un governo guidato dal professor Giuseppe Conte”.
Insomma, le cosiddette “forze politiche che sostenevano la formazione di un governo guidato dal professor Giuseppe Conte” non sono neanche libere di lamentarsi della decisione presa dal Capo dello Stato?
Ma dove cavolo stiamo arrivando??
Posso capire se gli avessero augurato la morte o lo avessero minacciato, ma qui neanche si può dissentire? E che cavolo!
La crisi istituzionale
Giudice Roia: ipotesi reato su attacchi a Mattarella
 
28 maggio 2018
Secondo il giudice Fabio Roia, presidente della sezione misure di prevenzione del Tribunale di Milano, “gli attacchi violenti e irresponsabili ricevuti dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella potrebbero integrare anche ipotesi di reato”.
L’opinione è stata espressa da Roia nella mailing list dell’Associazione Nazionale Magistrati. In queste ore, decine di ‘toghe’ stanno esprimendo spontanea solidarietà al Capo dello Stato per gli attacchi ricevuti dalle forze politiche che sostenevano la formazione di un governo guidato dal professor Giuseppe Conte.
“Condivido pienamente l’interpretazione del ruolo costituzionale del Presidente della Repubblica svolto da Sergio Mattarella – sono le parole di Roia, già componente del Csm – al quale esprimo piena e convinta solidarietà per gli attacchi violenti e irresponsabili ricevuti che potrebbero integrare anche ipotesi di reato”.
Polizia monitora web per minacce a Mattarella
Intanto, la Polizia postale ha avviato un monitoraggio su siti web e social con l’obiettivo di segnalare all’autorità giudiziaria tutti quei comportamenti e dichiarazioni contro il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in cui si configurino reati perseguibili d’ufficio.
Ma dalla rete arriva anche sostegno al Quirinale
“Siamo cittadine e cittadini, italiani ed europei, indignati di fronte agli attacchi che alcuni esponenti politici stanno rivolgendo al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il presidente ha esercitato le proprie prerogative costituzionali rispetto alla formazione di un esecutivo che avrebbe rischiato di portarci fuori dalla moneta unica e così minacciare la stabilità economica e finanziaria del nostro Paese”.
E’ quanto si legge in un appello che la noprofit digitale ‘Progressi’ ha pubblicato ‘on line’ e che in poco tempo ha raggiunto migliaia di firme.
“La permanenza dell’Italia nel sistema monetario dell’Euro e dell’Europa nel suo complesso è un tema vitale per la nostra economia che non può essere ridotto a propaganda politica di basso profilo senza un serio approfondimento in sede istituzionale -si legge nel testo-. Al di là della questione Euro, ciò che allarma maggiormente sono i toni eversivi che questi politici stanno usando contro la Presidenza della Repubblica e con essa contro tutte le istituzioni democratiche del Paese”.
“Con questi attacchi irresponsabili al Quirinale stanno dando prova di disprezzo delle istituzioni e della democrazia che queste tutelano. Vogliamo inviare un messaggio di solidarietà e di stima al presidente Mattarella, incoraggiandolo a proseguire nell’esercizio fermo della sua funzione”, si chiude la petizione che lancia anche l’hashtag #iostoconMattarella.
Centralini del Quirinale di nuovo in tilt oggi per telefonate di sostegno di semplici cittadini. In due ore sono giunte più di cinquemila chiamate di persone che volevano esprimere il loro sostegno a Sergio Mattarella dopo la minaccia impeachment da parte del M5s.
Gentiloni twitta foto piazza a Torino in difesa di Mattarella
“Ora in piazza Castello in difesa della Costituzione e del Presidente della Repubblica”, twitta il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, linkando la foto della folla in piazza.
Evernote consente di ricordare tutto e di organizzarti senza sforzo. Scarica Evernote.
Giudice Roia: ipotesi reato su attacchi a Mattarellaultima modifica: 2018-05-29T17:54:24+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *