Roma, non vuole scendere dal tram e prende a bottigliate l’autista

autista pestatoma non è razzismo, Niente indignazione, l’aggressore violento è straniero, non si può punire, sarebbe istigazione all’odio. Tranquilli, uscirà prestissimo. I sindacati cosa chiedono per tutelare questa professione?

Roma, non vuole scendere dal tram e prende a bottigliate l’autista
 
«Scenda, siamo al capolinea». Sono bastate queste parole per fare scattare la follia di un passeggero che ha aggredito con una bottigliata al volto il conducente del tram 8, al centro di Roma, solo perché lo ha invitato a scendere dal mezzo. L’episodio è accaduto ieri mattina al capolinea dello storico tram a Largo Berlinguer. L’uomo, durante la discussione, è andato su tutte le furie e ha colpito il conducente al volto con una bottiglia di vetro. Sul posto i carabinieri del comando di piazza Venezia e dell’VIII Reggimento Lazio che hanno bloccato il colombiano. L’autista, medicato in ospedale per un trauma al volto e alla testa, è stato giudicato guaribile in 8 giorni. Stamattina l’uomo, un 27enne colombiano con precedenti, è stato processato per direttissima e gli è stato convalidato l’arresto con la misura cautelare dell’obbligo di firma alla stazione dei carabinieri di Tor Pignattara.
 
Lunedì 29 Gennaio 2018 – Ultimo aggiornamento: 15:39
Roma, non vuole scendere dal tram e prende a bottigliate l’autistaultima modifica: 2018-02-06T01:37:41+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *