INCENDIO IN VALSUSA, UNA BUONA NOTIZIA: “TUTTE LE CASE DEI RESIDENTI SONO SALVE, ANCHE QUELLE DELLE BORGATE”

http://www.valsusaoggi.it/incendio-in-valsusa-una-buona-notizia-tutte-le-case-dei-residenti-sono-salve-anche-quelle-delle-borgate/

    


Il sindaco Favro oggi a Mompantero (foto Blandino)

MOMPANTERO (LUNEDI 30 OTTOBRE, ORE 21) – Sinceramente erano in pochi a crederci, visto che la situazione è stata drammatica. Ma il sindaco Piera Favro annuncia a ValsusaOggi una buona notizia: “Nonostante la situazione estremamente difficile e il fuoco vicino alle case, posso affermare con certezza che nessuna casa dei residenti è stata danneggiata o distrutta, sia in centro paese che nelle borgate più in alto”. Un aspetto tutt’altro che scontato: “Tutte le abitazioni, le cosiddette prime case dove si vive tutto l’anno sono state preservate – aggiunge la Favro – anche sotto il Seghino e a Bianchi, anche a Marzano dove abbiamo temuto il peggio, così come a Trinità e a Pietrastretta. Il tutto grazie al lavoro eroico di Vigili del fuoco e Aib, che hanno rischiato la vita per preservare le abitazioni”.


L’incendio domenica sera (foto Pistoletto)

Purtroppo alcune seconde case, le baite e vari ruderi sono invece andati distrutti. Altre sono rimaste fortemente danneggiate dalle fiamme: “Sono consapevole che sia una cosa bruttissima e mi spiace davvero – aggiunge la sindaca – ma poteva andare peggio. Potevamo perdere vite umane, sia tra i residenti che tra i soccorritori impegnati a spegnere le fiamme. Invece è andato tutto bene, nonostante tutto questo disastro. Grazie quindi ai vari corpi e ai volontari, che con coraggio e determinazione hanno salvato i posti dove viviamo, anche dove le fiamme erano vicinissime alle mura e ai tetti. Voglio rimarcare questo aspetto, perchè non era affatto scontato. C’è stata un’opera immane per salvare vite umane e le abitazioni di Mompantero”.

Finita la bonifica e la messa in sicurezza del territorio, il Comune dovrà fare la conta dei danni con il supporto dei Vigili del fuoco e dei Carabinieri. “Sappiamo che questi danni ci sono e non saranno pochi, ma voglio stemperare ogni polemica. Ve lo dico sinceramente, poteva andare peggio con un incendio di queste dimensioni. In casi di estrema urgenza occorre fare una scala dei valori più importanti: le vite umane e le abitazioni di residenza, e sono stati preservate. Ad un certo punto, quando abbiamo fatto evacuare 450 residenti, ho temuto davvero di perdere tutto il paese e che venisse divorato dalle fiamme. Ad Urbiano non ce l’aspettavamo che il fuoco arrivasse alle case, sembrava comunque distante, invece è sceso subito, senza dare tregua, in una lotta impari. Ma ce l’abbiamo fatta. Ne approfitto per ringraziare anche tutti gli amministratori comunali che hanno vissuto questi giorni con me in Comune, così come i dipendenti…Aldo non si fermava mai, ha fatto le 24 ore di fila senza staccare un attimo. Proprio perchè in gioco c’era qualcosa di più importante: salvare la gente e il nostro paese”.

INCENDIO IN VALSUSA, UNA BUONA NOTIZIA: “TUTTE LE CASE DEI RESIDENTI SONO SALVE, ANCHE QUELLE DELLE BORGATE”ultima modifica: 2017-10-31T18:16:14+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *