Ministro trasporti: apertura scatola nera del Tu-154 schiantato inizia oggi 

STRAGE DI NATALE

Russia: ritrovata seconda scatola nera del Tu-154 caduto a Sochi

Lo ha comunicato il ministero della Difesa russo.
I subacquei hanno recuperato la seconda scatola nera dal luogo dello schianto dell’aereo militare russo nel Mar Nero: lo ha detto il Ministero della Difesa russo. “Il secondo Risultati immagini per tu 154 coro russoregistratore del volo Tu-154 è stato trovato e recuperato dal fondale meno di mezz’ora fa”, ha detto il ministero in un comunicato. © SPUTNIK/ Incidente aereo del Tu-154 a Sochi La nota ha precisato che 12 grandi e 1.547 piccoli frammenti dell’aereo sono stati trovati dall’inizio delle operazioni di ricerca. L’aereo Tu-154 del Ministero della Difesa russo in rotta da Mosca verso la Siria si è schiantato domenica nel Mar Nero subito dopo il decollo nei pressi di Sochi. L’aereo trasportava 92 persone, tra cui otto membri dell’equipaggio, 64 musicisti del Coro dell’Armata Rossa, due funzionari federali, nove giornalisti e il capo della charity Spravedlivaya Pomoshch Elizaveta Glinka.

Le squadre speciali del Ministero delle Emergenze russo hanno iniziato le operazioni di recupero dei resti del TU-154 precipitato nel Mar Nero il 25 dicembre.

Nella giornata di domenica 25 dicembre dopo il decollo da Sochi si è schiantato nelle acque del Mar Nero un Tupolev 154 del Ministero della Difesa russo diretto in Siria. A bordo oltre ai membri dell’equipaggio viaggiavano i membri del gruppo canoro Aleksandrov dell’esercito russo, alcuni giornalisti e la “dottoressa Lisa” — Elizaveta Glinka. Tutti i 92 passeggeri a bordo sono morti. Tutte le notizie sullo schianto del TU-154

Leggi tutto: https://it.sputniknews.com/foto/201612283854056-recupero-frammenti-tu-154-russia/

27.12.2016 La decifrazione della scatola nera a bordo del Tu-154 del Ministero della difesa inizia oggi, ha dichiarato il Ministro dei trasporti Maksim Sokolov in una intervista sul canale “Rossija 24”.
Tu 154 – ci sono i primi testimoni ed anche una registrazione video dello schianto “E’ stata recuperata una delle scatole nere, un unità di registrazione parametrica, la quale è stata consegnata al centro di ricerca dell’Aeronautica Militare del Ministero della Difesa a Mosca. Gli esperti proprio oggi inizieranno a scaricare e interpretare i dati registrati dal sistema”, ha detto il Ministro. Il disastro del Tu-154 ha avuto luogo la mattina presto del 25 dicembre, poco dopo il decollo dall’aeroporto di Adler. A bordo c’erano 92 persone tra le quali soldati, membri dei media, l’attivista sociale Elizaveta Glinka, così come gli artisti del Complesso Accademico di Canto e Ballo dell’Esercito Russo “A.V. Aleksandrov” in volo per festeggiare il Capodanno con i membri dell’aviazione russa nella base aerea russa di Hmeymim in Siria.
Tu 154 – ci sono i primi testimoni ed anche una registrazione video dello schianto
 
26.12.2016 I Servizi di Sicurezza russi (FSB) hanno reso noto che sono stati individuati i primi testimoni oculari dello schianto del TU-154 a Sochi e che è stata recuperata anche una registrazione video. Nel comunicato stampa dell’ FSB si legge: “Al momento sono stati individuati i testimoni dello schianto dell’aereo ed a disposizione c’è anche una videoregistrazione dell’accaduto. Gli inquirenti sono al lavoro sulle testimonianze raccolte”. Nella giornata di domenica 25 dicembre dopo il decollo da Sochi si è schiantato nelle acque del Mar Nero un Tupolev 154 del Ministero della Difesa russo diretto in Siria. A bordo oltre ai membri dell’equipaggio viaggiavano i membri del gruppo canoro Aleksandrov dell’esercito russo, alcuni giornalisti e la “dottoressa Lisa” — Elizaveta Glinka. Tutti i 92 passeggeri a bordo sono morti.  Tutte le notizie sullo schianto del TU-154
Ministro trasporti: apertura scatola nera del Tu-154 schiantato inizia oggi ultima modifica: 2016-12-28T20:36:18+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *