TORINO. I tempi della Torino-Lione

http://12alle12.it/torino-tempi-della-torino-lione-227572

12alle12 12alle12
Tunnel a Chiomonte
Tunnel a Chiomonte

L’incontro in programma il prossimo 8 settembre fra la sindaca di Torino, Chiara Appendino, con i vertici di Francia e Unione Europea, preceduto da quello della sindaca con il Commissario per il TAV Torino-Lione, Paolo Foietta sta originando la diffusione di informazioni non del tutto corrette. Precisiamo per punti. Tunnel geognostico della Maddalena di Chiomonte. Sono stati scavati circa 5750 metri e si devono scavare ancora 1800 metri. Nel cronoprogramma originario lo scavo doveva essere terminato nell’anno 2013, in realtà il lavoro con la “talpa” TBM è cominciato solo all’inizio di gennaio 2013 e l’allora Commissario factotum, Virano, si era impegnato solennemente a garantire che i lavori sarebbero stati terminati entro il 31 dicembre 2015. Se tutto va bene ci vorrà ancora un anno di scavi, con un tempo finale quasi doppio del previsto. Da notare che non si tratta di un tunnel rifinito, ma di una galleria grezza, praticamente solo uno scavo nella roccia. Galleria di St. Martin La Porte. Qui la storia dei ritardi è ancora più grottesca. Lo scavo è iniziato al principio del 2015 e nell’anno sono stati festeggiati i primi canonici 200 metri; a gennaio 2016 altri festeggiamenti per l’arrivo della “talpa” con intervento di giornalisti e autorità per diffondere la notizia; a fine giugno 2016 altra festa con giornalisti e autorità per annunciare che era terminato il montaggio della “talpa”, che a oggi non ha cominciato a scavare. Esaurite queste premesse ricordiamo che la Torino-Lione fra Italia e Francia prevede 150 km di gallerie doppie, cioè 300 km complessivi. Se il buon giorno si vede dal mattino… Le gallerie de La Maddalena e di St. Martin La Porte non sono opere riutilizzabili per la galleria di base. Un tunnel di quel tipo va costruito man mano con determinate caratteristiche di strutture. Sul fronte delle procedure resta in sospeso il famoso finanziamento dell’Unione Europea 2014- 2020 annunciato lo scorso anno. Per intanto circa metà finanziamento è andato perso, perchè quanto era in programma per il 2014/2015/2016 è da considerare perso. Soprattutto resta in sospeso la ratifica dell’accordo tra Italia e Francia sull’inizio dei lavori effettivi. Il trattato del 31 gennaio 2012 poneva all’art. 1 la condizione di fondo di un protocollo addizionale che doveva determinare il definitivo contributo dell’Unione Europea sull’intera opera. Questa attestazione serve a metterla in bilancio perchè non si possono fare preventivi se non si sa quali saranno i costi che graveranno sulle casse dello Stato. Ma si tratta di una attestazione che nessuno può fare, perchè il futuro economico e politico dell’Unione Europea non si può predeterminare con 15 anni di anticipo. Questa clausola resta valida perchè non è mai stata modificata, ma proprio perchè resta valida impedisce la ratifica degli accordi del 2015 e del 2016 per quanto riguarda l’avvio di lavori in qualche modo collegati all’opera definitiva.

Il Presidente

(Mario Cavargna)

TORINO. I tempi della Torino-Lioneultima modifica: 2016-09-02T13:55:31+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “TORINO. I tempi della Torino-Lione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *