La crisi morde l’Umbria, strage di imprese artigiane. Una al giorno dal 2012 ad oggi

tutti choosy questi italiani, per fortuna che i migranti pagano loro le pensioni
 
Published On: ven, Lug 15th, 2016
 
Continuano a pagare il dazio della recessione le imprese artigiane. E anche i numeri del primo trimestre 2016 parlano di un comparto in grave sofferenza. «Al 31 marzo le imprese artigiane attive in provincia erano 16.738: un numero mai così basso da cinque anni a questa parte. In quattro anni, dal primo trimestre 2012 al primo 2016, il comparto perugino ha perduto 1.586 imprese, passando da 18.324 unità alle attuali 16.738. Come dire, che dal 31 marzo 2012 non è passato giorno senza che chiudesse almeno una azienda artigiana». A commentare i dati è Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio di Perugia che aggiunge: «Le imprese artigiane sono quelle che più di tutte hanno risentito degli effetti della crisi. E ancora oggi, con la crisi che sembra definitivamente avviata verso la fine, l’artigianato è la sola categoria economica che continua a registrare cali significativi delle imprese attive». Lo prova l’andamento delle iscrizioni nei primi 90 giorni del 2016 ferme a quota 316, il valore più basso registrato nello stesso periodo degli ultimi cinque anni, con una diminuzione dell’1,3% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. Quanto all’identikit degli imprenditori, il nuovo artigianato perugino è donna (femminile il 15% del totale). Contrastato il dato sui giovani entranti, gli under 35: creano il 20% delle nuove imprese nel I trimestre del 2016, ma in termini tendenziali, calano del 10%. Le imprese straniere, invece, registrano un notevole incremento (+ 21,3%), muovendosi in senso opposto rispetto al dato nazionale, che segna una flessione del 3,2%. Come mai il settore non riesce ancora ad alzare la testa, nonostante soffi il vento della ripresa? «Le difficoltà delle imprese artigiane.(…)
 
Leggi tutto su lanazione.it
La crisi morde l’Umbria, strage di imprese artigiane. Una al giorno dal 2012 ad oggiultima modifica: 2016-07-21T10:37:07+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *