Camusso, vietare di dire che i migranti tolgono il lavoro agli europei

e grazie a chi sono peggiorate le condizioni degli italiani ( che dalle parole della Camusso pare non cerchino lavoro perché ce lo hanno tutti)?
mercoledì, 13, luglio, 2016
PRODUTTIVITA':CAMUSSO,SIAMO LONTANI;VERSO NUOVO TESTO IMPRESE
BRUXELLES – Non bisogna dimenticare, per questo il ritorno delle frontiere in Europa è più preoccupante della Brexit e occorre contrastare la propaganda secondo cui i migranti tolgono il lavoro agli europei, che si sentono minacciati perché l’Europa liberista di oggi sta togliendo loro il welfare.
 
E’ il senso del messaggio lanciato dal segretario generale della Cgil Susanna Camusso nel suo intervento a Marcinelle, in occasione del 60esimo anniversario della tragedia in cui persero la vita 262 minatori di cui 136 italiani.
 
“Bisogna essere più attivi per contrastare la propaganda che dice che gli immigrati tolgono il lavoro agli europei”, e per questo, ha sottolineato Camusso da Marcinelle, “dobbiamo chiederci perché questa ostilità nei confronti di chi cerca lavoro, e dobbiamo chiedercelo a maggior ragione noi europei che siamo stati chi più chi meno migranti”.
 
“La mia risposta – ha proseguito il segretario generale della Cgil – è che se peggiorano le condizioni delle persone, se le impoverisci e togli loro il lavoro e il welfare che è stata la grande risorsa dell’Europa, peggiori le condizioni delle persone e con esso diminuisce la disponibilità di accoglienza, aumenta la sfiducia nella propria condizione e per paura si prende di mira il diverso, l’altro”.
 
E’ quindi evidente, ha concluso, che “l’Europa del liberismo e l’ideologia economica che finora l’ha governata e che ha creato disuguaglianza non funziona: non possiamo scordare che l’Europa ha inventato la mediazione sociale tra capitale e lavoro e ha inventato il welfare”, mentre proprio oggi “sta venendo meno il welfare” e i popoli “tornano nei loro confini”. 
ANSA Europa
Camusso, vietare di dire che i migranti tolgono il lavoro agli europeiultima modifica: 2016-07-15T15:21:45+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *