Tav, vertice Valls-Renzi il 21 luglio al cantiere francese dell’alta velocità

http://torino.repubblica.it/cronaca/2016/07/13/news/tav_vertice_valls-renzi_il_21_luglio_al_cantiere_francese_delll_alta_velocita_-143998255/

I vertici dei governi di Parigi e di Roma saranno a Saint Martin la Porte, nella valle della Maurienne, per l’avvio dello scavo del primo tratto del tunnel di base della Torino-Lione

dal nostro inviato PAOLO GRISERI

13 luglio 2016 

Tav, vertice Valls-Renzi il 21 luglio al cantiere francese dell'alta velocità
Il cantiere di Chiomonte 

Il 21 luglio i vertici dei governi di Parigi e di Roma saranno a Saint Martin la Porte, nella valle della Maurienne, per l’avvio dello scavo del primo tratto del tunnel di base della Torino-Lione. Per il governo francese sarà presente il premier Manuel Valls. Non ancora confermata invece la presenza di Matteo Renzi. Il governo italiano potrebbe anche essere rappresentato dal ministro dei trasporti Graziano Delrio. Con l’avvio dello scavo di Saint Martin La Porte ( formalmente ancora una tratta di analisi geognostica per mettere a punto le migliori caratteristiche della talpa) per la prima volta due frese scaveranno contemporaneamente dal lato italiano e da quello francese.

Sul versante italiano la talpa che scava la galleria geognostica di Chiomonte è ormai a meno di due chilometri dal termine del lavoro. Successivamente si dovrà decidere come far scavare, sempre da Chiomonte, le due frese che realizzeranno le canne di 12 chilometri che congiungeranno Susa con la tratta francese del supertunnel.  Nei giorni scorsi il ministro Delrio ha accettato definitivamente la proposta avanzata nei mesi scorsi dall’Osservatorio tecnico che riunisce i comuni coinvolti dall’opera, per ridurre sul versante italiano le gallerie necessarie a raggiungere Torino utilizzando così, per la gran parte, la linea storica attualmente in funzione.

Tav, vertice Valls-Renzi il 21 luglio al cantiere francese dell’alta velocitàultima modifica: 2016-07-14T19:25:43+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *