7 luglio 16 La Maurienne UN TOUR DE FRANCE CONTRO LE OPERE INUTILI

velo

Traduzione di Silvia dell’articolo de La Maurienne. 

Interessante che i ciclisti sono stati accolti martedì dal comune di Grenoble

UN TOUR DE FRANCE CONTRO LE OPERE INUTILI

Per denunciare ciò che qualificano come grandi opere inutili, la carovana internazionale contro le grandi opere inutili e imposte (GPII), composta da No Tav, collettivo italiano che si posiziona contro il collegamento ferroviario Torino-Lione, per qualcuno tra loro, ha intrapreso l’iniziativa di percorrere da Susa a Bayonne in
bicicletta. Bayonne accoglierà dal 15 al 17 luglio il sesto incontro
contro le Grandi Opere Inutili. A margine delle 11 tappe di questo tour di France, i militanti cercano di scambiare coi passanti circa le azioni e incontrano i comitati locali di sostegno.
Lunedì 4 luglio il gruppo di ciclisti si è fatto controllare dalla dogana del Moncenisio prima di essere accolto dal Comune di Villarodin-Le-Bourget.
Poi il gruppo ha fatto sosta a Saint-Jean-de- Maurienne, atteso dall’associazione Vivre et Agir della Maurienne.
In tutto, sono 1300km da percorrere da questa manciata di militanti : “Con la bicicletta si può incontrare la gente e scambiare direttamente opinione. Si può cancellare così l’immagine di estremisti”, precisa un No Tav alla Torino-Lione, Marc Pascal. “Quest’immagine si incrina poco a poco, grazie all’opposizione all’opera della nuova amministrazione locale di Torino. Chiara Appendino non ha potuto essere eletta che con i voti degli “estremisti”, aggiungeva Daniel Ibanez.
I ciclisti erano stati accolti dal Comune di Grenoble martedì.

7 luglio 16 La Maurienne UN TOUR DE FRANCE CONTRO LE OPERE INUTILIultima modifica: 2016-07-09T23:09:03+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *