Usa computer del Senato per inviarsi minacce da solo: indagato deputato Pd

senato
 
Aveva denunciato la sua ex amante per stalking, accusandola di averlo perseguitato e minacciato più e più volte via mail, ma la sentenza di assoluzione della giovane ha fatto emergere un’altra verità: sarebbe stato lui, il deputato del Pd, Ernesto Carbone, a introdursi nella casella di posta elettronica dell’ex compagna e inviarsi quelle mail di minaccia.
 
La giovane fu assolta un anno fa e nelle motivazioni il giudice Anna Tavernese precisava chel’istruttoria ha fornito sufficienti elementi per affermare che sicuramente la persona offesa era abusivamente entrata nell’indirizzo di posta elettronica dell’imputata e da questo stesso indirizzo aveva poi inviato dei messaggi.
 
Oggi, a dodici mesi di distanza, Ernesto Carbone è stato iscritto nel registro degli indagati per accesso abusivo al sistema informatico e falsa testimonianza nell’ambito di un’indagine appena avviata. Qualche dettaglio in più su questa vicenda arriva dalle stesse motivazioni, secondo le quali. La testimonianza del Carbone è stata oltremodo lacunosa, disseminata di continui non ricordo, quasi a voler evitare di dichiarare il falso, ma comunque costellata di false dichiarazioni.
 
Poi un particolare ancor più curioso: quelle mail di minaccia inviate dalla casella di posta elettronica della donna a quella di Carbone sarebbero state inviate dai luoghi in cui lo stesso Carbone lavorava, in molti casi inaccessibili alla sua ex amante, a cominciare da Palazzo Madama. Il deputato, secondo l’accusa, avrebbe approfittato anche di un momento libero in Parlamento per inviarsi da solo email minatorie.
 
Lui nega ogni addebito e scarica la colpa su altri: “Non ho mai utilizzato la mail di quella persona e anche la mia casella è stata oggetto di intrusioni. E non è possibile che io abbia inviato mail dai pc del Senato, non ho mai avuto l’account necessario a usarli”.
 
Saranno le indagini, ancora in corso, a fare chiarezza sull’accaduto.
 
Usa computer del Senato per inviarsi minacce da solo: indagato deputato Pdultima modifica: 2016-06-04T15:05:28+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *