Povertà: Eurostat, l’Italia è il Paese Ue con più poveri

l’importante sia garantito vitto e alloggio a profughi e stranieri, gli italiani possono anche morire di stenti, chi se ne frega, questo è il vero antirazzismo.
I pensionati italiani se la spassano, sono ricchi. I disoccupati non esistono e quei pochi hanno tanti privilegi, questo secondo la società civile a servizio di MAFIA CAPITALE
 
Quasi 7 milioni, il doppio della Germania e tre volte la Francia
poverta
Redazione ANSA
BRUXELLES
15 aprile 2016
L’Italia è il Paese europeo con il numero più elevato di persone che vivono in “gravi privazioni materiali”, ovvero la definizione istituzionale di ‘poveri’. E’ quanto emerge dai dati Eurostat relativi al 2015, che segnalano una discesa sensibile del numero di poveri in Europa, ma solo marginale in Italia. Nel 2015 in Europa il tasso di povertà è sceso a 8,2% sul totale dei cittadini europei, dal 9% del 2014.
 
In totale, sono 41,092 milioni i poveri in Europa. L’Italia, invece, è passata dall’11,6% all’11,5%, ovvero un totale di 6,982 milioni di persone che vivono in conclamate condizioni di povertà. Per Eurostat, si tratta di persone che non possono affrontare una spesa inaspettata, permettersi un pasto a base di carne ogni due giorni, mantenere una casa. Il numero è molto più basso in Germania (3,974 milioni), dove il tasso è appena del 5%, e anche in Francia (2,824 milioni), con un tasso del 4,5%, entrambi Paesi più popolosi dell’Italia. In generale sono poveri soprattutto i genitori ‘single’ (17,3% del totale Ue) e gli adulti senza compagno (11%).
 
Copyright ANSA
Povertà: Eurostat, l’Italia è il Paese Ue con più poveriultima modifica: 2016-04-24T23:20:58+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *