Trenitalia vuole il Frecciarossa

di Valsusa Report

 vuole il treno veloce, commercialmente si guadagna di più, popolarmente si bloccano gli abbonamenti e la prenotazione è d’obbligo. Un servizio con dei costi più alti. Avete mai preso un Frecciarossa?, alla stazione di partenza tipo Torino PN ci sono i controllori che con un cerchio insieme a polizia e ai vigilantes della società, fanno da filtro, scrutano e mandano indietro tutti, addio ai viaggi di lunga percorrenza dove la mamma ti dava l’ultimo bacino di buon viaggio lanciato al finestrino a cui eri affacciato. Il lusso è sterile, “vada a sedersi, qui stiamo lavorando” le parole degli indomiti di guardia.

saluti dal treno

E così sulla tratta , basta treni che vanno piano e che fanno troppe stazioni, il Frecciarossa parte e arriva, punto. La sollevazione dei pendolari illusi dalle freccie si è espressa con 500 firme raccolte in breve tempo, “niente Rosse, vogliamo le bianche”. Da aprile e maggio otto convogli nelle ore di punta saranno sostituiti dalle Freccerosse, il servizio messo in atto dalla Regione Lombardia, costituito dall’abbonamento regionale “Io Viaggio ovunque in Lombardia” tramite la “Carta Plus” anch’esso in cantina. “O ci danno il mantenimento di questa opportunità (carta regionale ndr.) o l’attivazione di un servizio veloce di treni regionali con cadenza 30 minuti nella fascia pendolari (60’ nel restante orario) come i tempi degli attuali Freccia Bianca”, categorico e necessario il ritorno ai belli e comodi Regionali Veloci, ex Treni Expressi.

V.R. 4.4.16

Trenitalia vuole il Frecciarossaultima modifica: 2016-04-05T16:25:08+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *