TAV, I SINDACI DELLA VAL SUSA NON LASCIANO IL TAVOLO CON FOIETTA: “CHIEDIAMO CHE SI DISCUTA DELL’OPZIONE ZERO”

Giornale online indipendente – Diretto da Fabio Tanzilli – redazione@valsusaoggi.it

     01/29/2016   


I sindaci No Tav della Val Susa non lasciano il tavolo di dialogo sulla Torino-Lione, ma chiederanno a Foietta di poter parlare dell’opzione zero. È questa la decisione emersa ieri sera, durante la conferenza dei sindaci della bassa Val Susa a Bussoleno. Il clima del confronto era abbastanza sereno, e i vari Comuni sono arrivati ad un’intesa: per adesso il tavolo di dialogo con il Commissario della Tav non salta, anzi, si chiederà a Foietta di poter affrontare questo argomento, portando sul piatto i dati che dimostrerebbero l’inutilità della Torino-Lione.

“Abbiamo chiesto noi questo tavolo con il governo – dicevano vari sindaci ieri sera – sarebbe assurdo dire di no proprio adesso. Chiediamo formalmente a Foietta di inserire in agenda questo tema, e vediamo cosa ci risponde. In base a quello decideremo cosa fare. Dobbiamo far sentire la nostra voce di amministratori”.

Alcuni sindaci No Tav più legati alle liste civiche del Movimento, volevano invece far saltare subito tutto e rinunciare al tavolo (Avigliana, Almese, Sant’Ambrogio, ecc.). Poi durante il dibattito tra sindaci, ci si è accordati per fare questo ennesimo tentativo di dialogo istituzionale, per ribadire la propria contrarietà all’opera, senza però rinunciare al confronto con il governo.

TAV, I SINDACI DELLA VAL SUSA NON LASCIANO IL TAVOLO CON FOIETTA: “CHIEDIAMO CHE SI DISCUTA DELL’OPZIONE ZERO”ultima modifica: 2016-01-30T15:14:12+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *