VIDEO / SUSA, IL SINDACO PLANO FISCHIATO LITIGA CON BATZELLA ALL’OSPEDALE: “VERGOGNATI”, E LUI “NON AVETE CONCLUSO UN CAZZO”

Giornale online indipendente – Diretto da Fabio Tanzilli – redazione@valsusaoggi.it

DOMENICA, 29 NOVEMBRE 2015
     11/29/2015  

GUARDA IL VIDEO: PLANO LITIGA CON BATZELLA, POI I FISCHI

plano os

SUSA – Il Sindaco di Susa, Plano, sbotta e litiga con un contestatore e con la consigliera regionale Batzella durante la manifestazione in corso oggi davanti all’ospedale. “Non rompere i coglioni – ha urlato Plano a un contestatore – lasciami parlare tu, non dire cazzate!”. Plano ha difeso il protocollo d’intesa siglato tra i Sindaci e Saitta. “C’è un obbligo di legge che ci vincola, dobbiamo adeguarci, è un dato di fatto. Abbiamo chiesto di potenziare il pronto soccorso”. “Sei un si tav” gli ha ribattuto il contestatore. “Puoi andare da un’altra parte? Non dire cazzate”.

GUARDA IL VIDEO: PLANO DIFENDE LA SCELTA DEL PROTOCOLLO E REPLICA AL CONTESTATORE

plano 1

Poi lo scontro con Batzella “Ma dammi il microfono, vergognatevi, sei un politico, non avete fatto il ricorso al Tar” ha gridato la consigliera. “Ma vai un po’ via, mi lasci parlare? Voi con il ricorso non avete concluso un cazzo” ha replicato il Sindaco. Il leader No Tav Perino ha provato a fare da paciere tra i due. “Mi lasci parlare?” Ha detto Plano “abbiamo chiesto a Saitta dopo il decreto Lorenzin di rivedere la chiusura del punto nascite”. Finito il discorso, è stato lo stesso Perino a dire “di non fare la guerra dei poveri” poi, difendendo i Sindaci: “Sono ingenui a volte, ma bisogna prendersela con i veri responsabili. È il Pd, con Chiamparino e Saitta che ha deciso di chiudere l’ospedale. È inutile prendersela con chi è più vicino a noi e coi Sindaci, anche se a volte fanno cazzate”.

VIDEO / SUSA, IL SINDACO PLANO FISCHIATO LITIGA CON BATZELLA ALL’OSPEDALE: “VERGOGNATI”, E LUI “NON AVETE CONCLUSO UN CAZZO”ultima modifica: 2015-11-29T19:36:35+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *