GIAGLIONE. TAV: PROTESTA VAL SUSA, CORTEO CONTRO CONDANNE MAXIPROCESSO

http://12alle12.it/giaglione-tav-protesta-val-susa-corteo-contro-condanne-maxiprocesso-122737

IL SITO PIÙ VISITATO A NORD DI TORINO

 31 GEN 2015 


GIAGLIONE

Centinaia di No Tav, in maggioranza della Valle di Susa, si sono incamminati oggi dall’ abitato di Giaglione verso il cantiere di Chiomonte per una “passeggiata”. La manifestazione è in segno di protesta contro le 47 condanne pronunciate dal tribunale al termine del maxi processo ed è anche “un modo – viene spiegato – di dimostrare che la nostra lotta non si ferma”.
Uno dei due spezzoni del corteo è stato fermato poco oltre la metà del percorso da un dispositivo di betafence e recinzioni collocate sul sentiero. La prefettura, per l’occasione, ha diffuso un’ordinanza che vieta il passaggio su qualsiasi strada da Giaglione e da Chiomonte verso il cantiere. “E’ vergognoso e antidemocratico”, commenta Francesca Frediani, consigliere regionale del M5S, presente alla manifestazione. Il blocco del corteo No Tav diretto al cantiere della Torino-Lione, in Valle di Susa, è “una situazione non costituzionale”. Lo sostiene Alberto Perino, storico leader del movimento che si oppone alla nuova linea ferroviaria ad Alta Velocità. “Si impedisce – aggiunge – anche ai proprietari dei terreni in prossimità dell’area di potervi accedere in modo prolungato e immotivato. E’ facile vincere – ha concluso – quando il croupier bara, il gioco è truccato e chi dovrebbe controllare il gioco è amico del banco”.

GIAGLIONE. TAV: PROTESTA VAL SUSA, CORTEO CONTRO CONDANNE MAXIPROCESSOultima modifica: 2015-01-31T22:19:42+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *