CONTINUANO LE PERSECUZIONI CONTRO CHI DIFENDE LA TERRA. CHIARA, NICCOLO’, MATTIA, CLAUDIO, LUCIO, FRANCESCO, GRAZIANO LIBERI SUBITO!

volantino distribuito al corteo notav da piazza castello

Il 9 dicembre scorso Chiara Mattia Nicco e Claudio vengono arrestati con l’accusa di terrorismo per il sabotaggio compiuto il 13 maggio 2013 al cantiere di Chiomonte a danno di macchinari, volto a rallentare,bloccare nonché a distruggere quei mezzi che ogni giorno devastano la valle.

Essi rivendicano l’azione compiuta, rigettando completamente l’accusa di terrorismo e l’intenzione di colpire persone, sostenendo la liberazione del territorio dalla militarizzazione e da quel sistema che distrugge territori e vite umane.

Subito dopo gli arresti in italia e non solo la solidarietà si è concretizzata in varie forme.

La magistratura sta cercando di colpire non solo il singolo individuo ma tutto il movimento con intimidazioni, denunce e accuse stravaganti fuori da ogni immaginario. Con questa manovra iniziata con gli arresti del 26 gennaio 2012, con un operazione in tutta italia,vorrebbero indebolire e spezzare un movimento che è sempre stato eterogeneo, dividendolo tra buoni e cattivi.

 La mattina dell’11 luglio vengono arrestati Graziano,Francesco e Lucio, tre compagni di Milano anch’essi accusati del sabotaggio del cantiere: questa volta i  Pm Padalino e Rinaudo non riesco ad avvalorare la loro tesi di terrorismo imputandogli danneggiamento, incendio, violenza a pubblico ufficiale, trasporto di ordigni esplosivi o da guerra ecc.

Da quel giorno essi si trovano ancora rinchiusi in carcere in regime di isolamento, Graziano si trova a Vigevano, Francesco a Cremona e Lucio a Busto Arsizio.

Ancora non si sa quando inizierà il processo per i 3 ma saremo uniti per cercare di difenderli e sostenerli portando avanti la lotta con i mezzi e le parole che ognuno di noi sente propri.

 Il 14 novembre i pm hanno avanzato la loro richiesta di condanna per i 4, chiedendo 9 anni e 6 mesi di reclusione e il 17 dicembre arriverà la sentenza.

A gennaio invece si arriverà alla prima sentenza dei 54 no tav per la difesa della libera repubblica della maddalena (27 giugno) e l’assedio del nascente cantiere (3 luglio): anche per essi sono state richieste condanne pesanti che vanno dai 2 anni ai 6 anni e 8 mesi di carcere, oltre a sproporzionati risarcimenti economici di 1 milioni e 800 mila euro presentando false perizie mediche.

Sappiamo molto bene che con queste condanne vogliono spaventare e cercare un capro espiatorio e dare una punizione esemplare a chi ostacola con determinazione il mortifero progetto dell’alta velocità.

 Quei giorni sarà molto importante esserci e far sentire la nostra voce ed il nostro dissenso contro queste sentenze, per chiedere la libertà dei nostri compagni.

 CON TUTTE QUELLE PERSONE CHE OGNI GIORNO LOTTANO PER SPEZZARE QUESTE CATENE E CONTRO LA DEVASTAZIONE DEI TERRITORI.

 FUOCO ALLE GALERE

  Torino squatter

93759

 —

ascolta “il giornale malandrino

Si parlerà di Anarchia, Autogestione, Repressione, Tav ecc…

in onda tutti i venerdì dell’anno – o quasi –
(dalle ore 17:00 alle 18:30)
sui 105:250 fm di Radio Blackout Torino
ed in diretta in span>streaming

il giornale malandrino (gruppo facebook)

Radio blackout – il giornale malandrino (pagina facebook)

 http://www.notav.eu

ttp://www.notavtorino.org

http://www.notav.info//

 RADIO BLACKOUT TORINO

IN STREAMING:
http://www.radioblackout.org/streaming/
http://www.radioblackout.org/
http://radionotav.info/

CONTINUANO LE PERSECUZIONI CONTRO CHI DIFENDE LA TERRA. CHIARA, NICCOLO’, MATTIA, CLAUDIO, LUCIO, FRANCESCO, GRAZIANO LIBERI SUBITO!ultima modifica: 2014-11-22T21:21:44+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *