In Grecia oltre il 40% dei bambini vivono al di sotto della soglia di povertà. Unicef

sono i magnifici successi dell’Euro, decantati e voluti dal salvatore Mario Monti (accolto con tanto affetto in Italia per il merito di averci liberato dal “despota” Mr B, che ci stiamo a far domande??).

E’ il risultato di quanto prefisso da decadi in quei circoletti oscuri dove siedono i membri non eletti da nessuno della troika, ma siamo in democrazia no? E che “vogliamo tornare alle dittature” accusano coloro rispondendo agli euroscettici. Se non ami la dittatura dei banchieri, puoi essere solo un nostalgico di dittature passate.
D’altronde, il ” ribelle”Curzio Maltese, (quello dell’altra europa, tanto alternativa da ribadire la sua fedeltà all’euro) ha scritto un inno alla tecnocrazia, possiamo dubitare su quale sia sempre stata la vera natura della democrazia che hanno in mente cotanti paladini?????? Ricordiamo cosa scrisse mesi prima del grande avvento Bella Ciao Monti:  L’ITALIA LABORATORIO DELLA TECNOCRAZIA CHE GUIDERA’ L’EUROPA
Quando si tratta di record, la Grecia non si lascia mai sfuggire nulla: due terzi dei giovani sono disoccupati; il paese è stato il della zona euro a fare default; ed ora un altro impressionante risultato grazie alla cura della Troika: secondo l’Unicef,
in Grecia oltre il 40% dei bambini vivono al di sotto della soglia di povertà. Si tratta del record assoluto per quello che ci ostiniamo ancora a considerare mondo sviluppato. Da notare anche il 37% registrato in Spagna ed oltre il 30% che l’organizzazione internazionale a tutela dei diritti dell’infante ha rilevato per l’Italia.
 
Si nota nella classifica come gli Stati Uniti siano poco al di sotto della Grecia con un tasso di povertà infantile che si è attestato alla cifra incredibile del 32,2%. La prima potenza economica mondiale lascia i propri bambini vivere in uno stato di degenza. Secondo WaPo, la percentuale dei bambini americani che vivono al di sotto di quella soglia è aumentata del 2% dal 2008 (altro grande risultato dell’amministrazione Obama). Leggere la cifra complessiva fa venire i brividi: 24,2 milioni di bambini americani vivono sotto la soglia di povertà. “Di tutti i nuovi bambini poveri Ocse e/o Ue, circa un terzo vivono negli Stati Uniti”, secondo il rapporto dell’Unicef.
 
Da Zero Hedge, l’infografica sul tasso di povertà infantile negli Usa:
 
In Grecia oltre il 40% dei bambini vivono al di sotto della soglia di povertà. Unicefultima modifica: 2014-11-12T15:10:14+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *