Sandro Plano sui costi della Tav: “Accade sempre così ma le denunce sono state ignorate”

di MARIACHIARA GIACOSA
 

30 ottobre 2014

Sandro Plano sui costi della Tav: "Accade sempre così ma le denunce sono state ignorate"

SANDRO Plano è il sindaco No Tav di Susa e da anni sostiene che la Torino-Lione è un’opera inutile e costosa.

Se erano troppi 2,9 miliardi, cosa pensa ora che il costo è salito a 7,7?
“Era ovvio che finisse così. E secondo me non è ancora finita. In Italia quando si comincia un’opera, il prezzo è 100 e quando si finisce è diventato 200, almeno. Qui siamo ancora ai progetti quindi le cifre saliranno ancora”.

Quindi secondo lei in questi anni sono state diffuse cifre sbagliate?
“Credo che abbiano tenuto i costi più bassi, anche se stiamo parlando di cifre comunque esorbitanti, per dimostrare che l’opera era sostenibile e che interromperla avrebbe determinato il pagamento di penali più elevate dei soldi che l’Italia avrebbe speso per farla. Ora è chiaro che non è così e che le spese sono destinate a crescere ancora, sulla pelle dei cittadini e delle opere che davvero servirebbero e che non vengono fatte, come quelle per la messa in sicurezza del tessuto idrogeologico”.

A questi prezzi il vostro “no” diventa più netto?
“Noi da sempre diciamo che quest’opera è inutile e che l’analisi costi-benefici non la giustifica. Figuriamoci ora, con i costi cresciuti del 30 per cento. Lo sostiene anche la Corte dei conti francese: la Tav costa troppo. Vorremmo solo che qualcuno ci ascoltasse”.

Si riferisce al governo?
“A luglio ho chiesto un confronto politico con il governo, per affrontare parlare della sostenibilità economica e sociale della nuova ferrovia in Valsusa. Il ministro Lupi mi aveva assicurato che ci saremmo visti a settembre. Siamo praticamente a novembre e non si è fatto vivo nessuno”.

Non trova paradossale che con decine di parlamentari Grillini e No Tav sia stato un senatore a favore dell’opera a far esplodere la polemica dei costi aumentati?
“Non è stato Esposito, sono stati i mezzi di informazione. E comunque nelle relazioni i nostri tecnici hanno sempre detto che i costi potevano lievitare e così è stato. Se ancora ce ne fosse bisogno, questo è l’ennesimo tassello sui dubbi che ci sono su quest’opera”.

Sandro Plano sui costi della Tav: “Accade sempre così ma le denunce sono state ignorate”ultima modifica: 2014-10-31T22:53:36+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *