Keynes non Era Mica tanto De sinistra

Da quando sono bambino sento fare convegni e scrivere libri e articoli intitolati “Marx, Keynes e il…” implicando che Marx e Keynes siano simili o complementari o compatibili tra loro. Credo che esistano migliaia di articoli, libri e convegni intitolati “Marx e Keynes”

Peccato solo che Keynes ritenesse Marx un pensatore privo di qualunque valore, che dicesse che leggerlo fosse solo una perdita di tempo, tanto è vero che in tutta la sua vasta produzione non si è mai degnato di prenderlo in considerazione. Se leggi qualunque biografia di Keynes ci sono tutte le lettere a Shaw o Russell o Sraffa e tutti gli altri a Cambridge che trovavano Marx importante per cui assillavano il povero Keynes incitandolo a studiare Marx. E il nostro John rispondeva sempre “… mi sono sforzato ancora una volta visto che me lo chiedevi tanto di leggere qualcosa d’altro di Marx, ma continuo a non capire cosa ci trovi…”

Viceversa Keynes trattava con rispetto la visione politica di Hayek, il padre del “liberalismo puro”, benchè sulla teoria monetaria e macro avessero polemizzato aspramente. Ci sono le lettere di Keynes a Hayek del 1946 quando uscì il famoso libro di Hayek contro il comunismo “The Road to Serfdom” in cui il nostro John Maynard lo loda e dice che è in gran parte accordo con Hayek nella sua critica dell’economia pianificata socialista
Se leggi gli intellettuali italiani sembrerebbe che Keynes era una para-socialista avverso al liberalismo e un alleato di Marx nella storia del pensiero…quando in realtà Keynes disprezzava Marx come qualcuno che non che valeva nemmeno la pena di leggere e viceversa era in molte cose d’accordo con il bau bau degli intellettuali di sinistra italiani, “il cattivo” Frederik von Hayek

Keynes era un personaggio eclettico come si suol dire, cioè difficile da definire, ma una cosa è abbastanza certa: che non era “de sinistra” nell’accezione solita del termine: era per un maggiore intervento dello stato nell’economia e per reprimere la rendita finanziaria. Ma era anti-comunista, non era affatto socialista e nemmeno laburista, era anche protezionista (dal 1937 in poi), abbastanza nazionalista ed era persino presidente della società di Eugenetica.

Se metti assieme queste cose, interventismo dello stato nell’economia per sostenere la domanda e dare sussidi, repressione della rendita finanziaria e degli interessi, protezionismo, un certo nazionalismo (britannico), un tocco di eugenetica…. avresti oggi… forse la Lega o la LePen…

http://www.cobraf.com/forum/coolpost.php?topic_id=6057&reply_id=123568794&topicGroupID=1

Keynes non Era Mica tanto De sinistraultima modifica: 2014-10-30T21:09:37+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *