POST IN CONTINUO AGGIORNAMENTO VAI AL FONDO PER VEDERE LE “ULTIME”

MERCOLEDÌ 15 OTTOBRE 2014

POST IN CONTINUO AGGIORNAMENTO
VAI AL FONDO PER VEDERE LE “ULTIME” 
(dopo aver cliccato su “continua a leggere”)

Non posso nemmeno distrarmi un attimo….
Qui sta crollando tutto (come culmine di una tendenza generale al ribasso che ormai perdura da giorni)
DAX a -2,2%
FTSE MIB a -3%
Parigi e Madrid -2,2% a cranio 
Atene a -10% (adesso ha recuperato un po’ e sta a -7,5% dopo che se ben ricordo ieri ha già perso il 5%)
Futures sul Dow Jones quasi a -1%
e l’euro che invece si rafforza sul dollaro fino a 1,276…(boh?)
Ho sentito dei miei contatti nelle sale operative
e mi dicono che ………………….. da giorni sul Mercato Italiano quando si iniziano a vedere le vendite su un titolo quello crolla e non ci sono ordini di acquisto…insomma mi dicono che tira una brutta aria
L’aria sarebbe simile a quella pre-crack Lehman Brother…
dico sarebbe perché siamo nel territorio inesplorato della Grande Bolla voluta e monitorata da FED&soci dunque “i precedenti” non è detto che valgano più… 
Mi metto l’elmetto, vado in trincea e poi ci aggiorniamo ….
Vado a controllare un po’ di titoli di stato…

Aggiornamento delle 15.34
Da Rischio Calcolato 
ALERT: Borsa di Atene -10.23% (-30% in un mese), Bond Decennale al 7.06% #tuttobene
Per la serie: tutto sotto controllo.
Sicuri che domani ad Atene ci sarà ancora un governo?

da Zero Hedge
….As we explained in detail yesterday, between governments hopes to exit the bailout program early (in order to save their election) – which the market does not like the idea of – and fears over the reality of OMT, Greek markets are tumbling. Greek stocks are down over 9% – the biggest plunge in 6 years and bond yields are surging… it appears the market is demanding Draghi get back to work as the “whatever it takes” gains have been halved (Greek stocks -35% from March 2014 highs).

  • *GREEK ASE INDEX FALLS 9.3% BIGGEST INTRADAY DROP IN 6 YEARS

Greek stocks are down 8% and have retraced at least 50% of the “whatever it takes” gains…

Aggiornamento delle 15.40

Mah? Come giustificazione non mi convince…continuiamo a snasare… 
Alert depressione: Bund vola!
NEW YORK (WSI) – È meglio prepararsi a un lungo periodo di rendimenti bassi o negativi. Continua oggi sui mercati europei la caccia ai titoli di Stato ed in particolare al Bund tedesco. Le preoccupazioni sull’economia europea spingono i capitali verso lidi sicuri come i titoli di Stato e Bond tedeschi sono i preferiti dagli investitori.
Ad innescare le fibrillazioni è stato il report dell’agenzia di rating Fitch sullo stato di salute delle banche greche, ancora gravate da consistente fardello di crediti in sofferenza in vista dei risultati degli stress test e asset quality review da parte della Bce…………….

.

Aggiornamento delle 15.46
I Dati Macro USA non è che diano esattamente una mano…
Del resto ormai lo sappiamo: la mega-bolla USA sta pompando i dati macro ma se…. etc etc etc

 

 

 

 

 

Intanto il ns. FTSE MIB #passodopopasso si sta avvicinando a -4%….

Aggiornamento delle 16.00
Una buona interpretazione incentrata sul Petrolio come effetto scatenante
e poi vai di effetto domino…

….accade che il prezzo del greggio inizi a calare.
Inizialmente i mercati non ci fanno troppo caso, ritenendolo rumore e non segnale. 
Poi accade che il maggior produttore del pianeta decida di tagliare i listini ufficiali, e che l’Agenzia Internazionale dell’Energia stimi un calo della domanda globale di greggio per il 2015; ed inizia il panico.
Che giunge a correlare i prezzi del greggio agli indici azionari, ma non come ci si attenderebbe bensì al contrario.

E cioè che cali di prezzo sono visti come segno e conferma della debolezza della congiuntura globale……

Poi accade che ci si domandi se l’Arabia Saudita non stia in realtà giocando a sbattere fuori mercato i produttori americani di shale oil, che hanno non lievi problemi. 

Tra cui si enumerano costi di estrazione non bassi e tassi di depletion dei pozzi che non di rado possono arrivare al 60% annuo, e che sono quindi condannati ad investire. 

Solo che questa ubriacatura di investimenti avviene in via prevalente con debito, visto che i flussi di autofinanziamento sono e restano nel complesso esili…..

Ed ecco quindi che ci si preoccupa della possibilità che le obbligazioni High Yield (quelle ad alto rendimento e minor merito di credito degli emittenti) delle società petrolifere attive sulloshale possano saltare
E questo causa un contagio all’intera asset class degli HY, considerata “colpevole per associazione”, antico male dei mercati quando i nervi cedono. 

A questo si aggiunge (oggi) una tripletta di dati statunitensi pessimi…….
La tempesta perfetta, che getta benzina sul fuoco di dati tedeschi del mese di agosto fortemente negativi per la manifattura tedesca…..
In questo contesto, come sempre e da sempre, i primi a soffrire sono gli asset più speculativi, quelli cosiddetti ad alto beta
Non stupisce, allora, che l’Italia paghi dazio, con rialzo dei rendimenti dei Btp e pesanti sottoperformance dell’azionario……………………

Aggiornamento delle 16.07
– US 10yr yield breaks below 2.0% for the first time since June 2013 as the S&P 500 erases all YTD gains
– With the sharp decline in equities and US bond yields stalling in recent trade, some have attributed the moves partially to a large fund selling stocks via ETFs in order to purchase US paper…
– Btp, spread su Bund 10 anni allarga ancora a 170 pb, massimo da 2 mesi.– Raffica di sospensioni: Unicredit -5%, Mediobanca -4,9%, Mediaset -4,7%, Intesa -5%, Finmeccanica -4,6%, Bpm -4,8%, Banco -4,9%

Aggiornamento delle 16.51
Improvvisa accelerazione al ribasso del nostro cess-FTSE MIB = -4,2% 18.360 pt -790pt
#passodopopasso #statesereni & #paratevi-il-culo … sia dalle Bolle che dai Cazzari…
(io l’ho già fatto…da tempo e per tempo…)

Aggiornamento delle 17.05
 (con sarcasmo) Miii che palle!
Sempre ‘sto zombie della Grecia che torna spaventarci ed a rompere la pax artificiale creata da Draghi con tanto amore a maestria…
Ma uscissero dall’euro a tornassero alla Lira…opssss…volevo dire alla Dracma ‘sti pezzentoni…..
Ecco una buona descrizione degli ultimi casini ellenici….
(sempre con sarcasmo) Nel frattempo l’Athex 20 ha messo a segno un incoraggiante recupero da -10% a -6,5% ed il ns. FTSE MIB #passodopopasso e mettendo da parte i Gufi ha messo a punto un brillante recupero da -4,2% a -3,4%….

…..E’ un film già visto: Atene che affonda tutte le Borse europee. La scena si ripete oggi.
In Grecia crolla la Borsa e un’ondata di vendite si espande sui listini azionari del Vecchio Continente. La Borsa di Atene viaggia in profondo rosso: l’indice Ase è arrivato a mostrate un tonfo di circa 10 punti percentuali sotto la soglia dei 300 punti, ai minimi da oltre un anno.
I sintomi si erano già intravisti ieri quando la piazza greca aveva lasciato sul parterre oltre 5 punti percentuali in scia all’intenzione del Governo di abbandonare prima del previsto il piano di salvataggio concordato con l’Unione Europea e il Fondo monetario internazionale.
Il programma di salvataggio scade a fine dicembre per la parte concordata con Bruxelles e ad inizio 2016 per quanto riguarda la parte con il Fmi.
Il Governo di Atene, invece, vorrebbe interrompere il piano con l’istituto di Washington e tornare sul mercato dei capitali per finanziarsi autonomamente.
A peggiorare la situazione ci ha pensato questa mattina Fitch che ha lanciato l’allarme sul portafoglio prestiti delle banche greche.
Secondo l’agenzia di rating, inoltre, gli stress test potrebbero evidenziare una carenza di capitale per gli istituti ellenici…….. 

There are two factors absolutely tearing into Greek markets this week. The Athens Stock Exchange is down 6.25% today, and 23.24% since January.
One of those factors is the seemingly unstoppable rise of SYRIZA, Greece’s anti-establishment and anti-austerity radicals
 They’re establishing a solid lead in the polls, and given the unpredictable nature of Greek politics, they could upset the market in a massive way.
But there’s another major factor. Despite Greece’s pretty grim economic state, Prime Minister Antonis Samaras wants to end the country’s international bailout early, without taking the €8.2 billion ($10.44 billion) still left in the package.
……………….Greece’s 10 year bond yields beg to differ with the government, and are definitely not seeing any positive market effects.




Bond yields are climbing way back up above 7%, the highest level in six months.

The Greek government has already tentatively experimented with going back to the bond market, issuing small amounts of debt…..

There’s also a vicious cycle here. A plan to exit the bailout early sends bond yields upwards, making the prospect of Greece going it alone increasingly scary.
So, bond yields go up some more. 

This morning, A Fitch report came out this morning saying that the “large amounts of unreserved problem loans leave the four major banks’ balance sheets vulnerable to developments in an improving but still very weak economy.”
Greece’s big listed banks are right in the middle of Wednesday’s brutal sell-off, with the National Bank of Greece, Alpha Bank, Pireaeus Bank and Eurobank’s share prices all dropped by more than 10% during the day.  
……………..

Aggiornamento delle 18
Eccoci alle chiusure delle Borse Europee…
And the Winner is…… (#passodopopasso)

.
Fuori concorso la Grecia con un bel -6,57%
C’è chi dice che sia tutta colpa della Merkel ….ed anche un po’ di Grillo e dei Gufi…
C’è chi dice che sia una discesa pilotata dalla Banche Centrali e che tutto sia previsto al millimetro
C’è chi dice che sia tutta colpa dei Greci (come al solito)
Sarà o non sarà…. lo vedremo…
ma a me preme soprattutto sottolineare come tutto questo MOSTRI per l’ennesima volta che siamo di fronte alla più GRANDE BOLLA DI SEMPRE…è sarà pure che This Bubble is Different
ma comunque ci vuole un fisico bestiale
ed un bell’elmetto.

Aggiornamento delle 20
Beh…anche negli USA non è che stiano scherzando…
Il Dow Jones sta buscando più o meno un -2,5% -415pt a 15.900pt e dintorni
E più in prospettiva:
Dow Drops 1500 Points In 3 Weeks, Nasdaq Enters ‘Correction’ As VIX Breaks 30

Aggiornamento del “giorno dopo”…
Beh…le Borse USA hanno evitato il peggio…anzi…ancora un po’ e l’essenza massima della BOLLA ovvero il NASDAQ se ne andava persino in positivo.
Il Dow Jones dagli abissi ha recuperato quasi 350 punti chiudendo comunque a -1%.
Ripetete con me: per vedere un vero e massiccio crollo di tutte le borse, PRIMA devono crollare le borse USA. Amen

http://www.ilgrandebluff.info/2014/10/ueiiii-ragaaaavado-un-attimo-in-bagno.html

POST IN CONTINUO AGGIORNAMENTO VAI AL FONDO PER VEDERE LE “ULTIME”ultima modifica: 2014-10-16T20:06:50+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *