Monfalcone: Disabili, l’Aias lasciata al verde, stanziati appena 300 euro, si va verso la chiusura

8 giugno 2014

La sezione di Monfalcone dell’Associazione italiana assistenza spastici (Aias) non è una priorità per l’amministrazione comunale, che nel 2013 ha stanziato appena 300 euro. Anche in conseguenza a ciò l’Aias pensa sia meglio chiudere. È l’amara conclusione cui giunge Mirella Migliavacca, da oltre trent’anni anima del sodalizio ora presieduto da Giorgio Nogherotto. Anima nel vero senso della parola perché la signora Migliavacca è stata ed è una rassicurante compagna nel tortuoso viaggio nella vita dei disabili e dei loro familiari. Non c’è rabbia né rancore nella parole di Migliavacca, ma la constatazione di una sensibilità che non c’è nei confronti dell’Aias. «Si vede che sono più importanti altre associazioni. Resta il fatto che in queste condizioni non possiamo andare avanti. Dal Comune abbiamo ottenuto solo 300 euro nel 2013, un importo su progetto. Mille euro dalla Provincia, duemila euro promessi dalla Regione ma non ancora accreditati. Ci sostiene con generosità solo la Fondazione Carigo. No, così non può stare in piedi l’associazione. Io posso andarmene in “pensione”, ma ai ragazzi e alle famiglie chi ci penserà?».(…)

Leggi tutto su ilpiccolo
http://ilpiccolo.gelocal.it/trieste/cronaca/2014/06/07/news/monfalcone-solo-spiccioli-l-aias-verso-la-chiusura-1.9373177

Monfalcone: Disabili, l’Aias lasciata al verde, stanziati appena 300 euro, si va verso la chiusuraultima modifica: 2014-06-09T11:13:40+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *