Grillo: «Dudù alla vivisezione». L’ira di Pascale

Battuta infelice, certo. ma che ora berlusconiani ed anti berlusconiani si indignano mi fa ridere per non piangere.
Pd e Pdl NON HAN FATTO NULLA CONTRO LA VIVISEZIONE, tantomeno per aiutare i canili o chi si prende cura degli animali abbandonati. La loro indignazione possono mettersela….

Il leader M5s: «Odio quei cagnetti» (video). Poi ritratta. La fidanzata di B: «Per lui ammazzare non è reato».

Anche Dudù finisce nel tritacarne della polemica. La provocazione a effetto di Beppe Grillo dal palco di Pavia, quel «vivisezionamolo» a metà strada tra l’ironia e la picconata alla campagna animalista di Berlusconi, è bastata a mandare su tutte le furie Francesca Pascale. E ha messo pure d’accordo berlusconiani e anti-berlusconiani storici: tutti uniti nel condannare le sue parole.
«Berlusconi è impazzito per questo cane. Ma Dudù dev’essere assegnato alla vivisezione», è stata la bordata del leader del M5s (guarda il video) e apriti cielo. Grillo ha rivelato di avere un cane della stessa razza. «Io ce l’ho un cagnetto così, ce l’ha mia moglie. Li detesto perché i proprietari di questi cagnetti non amano i cani, amano il proprio cane».
PASCALE: «PER LUI AMMAZZARE NON È REATO». Pronta e affilata era stata risposta della fidanzata del Cav. «È una notizia», ha detto Pascale al Corrieredelmezzogiorno.it, «che Grillo sia favorevole alla vivisezione. Non è una notizia che per lui ammazzare non è un reato».
RETROMARCIA DI GRILLO SU TWITTER. Ma le parole di Grillo hanno fatto inorridire gli animalisti, ma non solo. Scatenando una protesta bipartisan. Tanto da costringere il leader Cinque Stelle a un tweet riparatorio. Per chiarire: «Sono contro la vivisezione e adoro il mio cane Delirio».

BRAMBILLA: «GRILLO MI MERAVIGLIA E NON FA RIDERE». Una carezza a Dudù e uno schiaffo a Grillo sono arrivati anche dalla deputata di Forza Italia e pasionaria animalista Michela Brambilla, che su Twitter ha scritto: «La battuta di Grillo? Non mi fa ridere…anzi mi meraviglia molto».

E ancora, ha proseguito Brambilla: «Il leader del Movimento 5 Stelle fa propaganda alla vivisezione e mostra di non sapere neppure che cosa sia l’amore per gli animali. Così ha offeso i sentimenti di milioni di italiani, non solo dell’86 per cento contrario alla vivisezione, ma in particolare di tutti quelli che convivono con un animale domestico e lo considerano come un componente della famiglia, delle persone anziane alle quali un cagnolino dà compagnia, dei bambini a cui dà gioia».
INDIGNATI I VERDI. Ma l’indignazione è bipartisan. I Verdi: «Viene da pensare che quelle di Grillo siano parole di ‘razzismo’ animale», ha detto la coportavoce Luana Zanella. Che poi ha concluso: «La vivisezione è una pratica odiosa che provoca sofferenza e dolore. Non solo non può essere oggetto di battute ma va semplicemente cancellata».
MASCIA: «FRASE NON DEGNA DI PERSONA INTELLIGENTE». E a sorpresa si è schierato con il cane dell’ex Cavaliere anche uno storico avversario di Berlusconi: Gianfranco Mascia. «Nella mia vita, non avrei mai pensato minimamente di dover difendere un membro della famiglia Berlusconi. Ma la frase di Grillo su Dudù (…va vivisezionato) non mi sembra degna di una persona intelligente». E ha concluso: «È così che sono costretto a dire che, questa volta, Bobi (ndr, Boicotta il Biscione) difende Dudù».
Venerdì, 16 Maggio 2014
http://www.lettera43.it/politica/grillo-dudu-alla-vivisezione-l-ira-di-pascale_43675129696.htm

Grillo: «Dudù alla vivisezione». L’ira di Pascaleultima modifica: 2014-05-17T20:14:43+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *