Primo Maggio, sindacati in piazza irruzione dei “No Coop”, scontri

Bologna – 1 Maggio NO Coop

Tafferugli sul Crescentone al termine della celebrazione della Festa dei lavoratori.

DI LUCA SANCINI

Primo Maggio con contestazione a Bologna. Un centinaio di militanti dei centri sociali che in questi giorni stanno protestando all’Università sulla vertenza Coopservice, dopo essere stati bloccati dalla polizia in piazza Re Enzo sono entrati in Piazza Maggiore passando dal Nettuno per andare a contestare il comizio che Cgil, Cisl e Uil stavano tenendo unitariamente. Sul crescentone, verso le 11, i momenti di massima tensione: tra centri sociali e servizio d’ordine dei sindacati sono volati spintoni e calci, con circa 200 persone che si fronteggiavano.

Dopo pochi minuti s’è ristabilita una fragile calma e quando la manifestazione dei sindacati si è conclusa, i contestatori che sventolavano bandiere bianche con la scritta “No Coop” e lanciavano gli slogan “I padroni di Bologna siete voi”, “mafiosi” e “venduti”, sono arrivati davanti al tendone che aveva ospitato il dibattito. Dalle spinte si è passati ai capannelli con discussioni tra militanti della Cgil e dei centri sociali, e la situazione s’è via via tranquillizzata.

FOTO :

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2014/05/01/foto/primo_maggio_scontri_in_piazza_maggiore-84949209/1/#1

La mattinata ha visto sfilare anche un migliaio di aderenti al sindacato Usb, che si erano ritrovati sotto le Due Torri per il diritto alla casa e al lavoro. Sfilati lungo via Rizzoli e via Indipendenza, in testa al corteo lo striscione “Via i complici della troika”, i sindacati di base hanno replicato la buona, per partecipazione, manifestazione dello scorso anno.

Al dibattito dei confederali ha assistito anche il sindaco Virginio Merola, ascoltando gli interventi del neo segretario Cgil Maurizio Lunghi e del segretario Cisl Alessandro Alberani, che hanno affrontato il tema della crisi locale e di una nuova possibile Europa che sostenga politiche di sviluppo.

Sulle contestazioni Lunghi e Alberani concordano: “Ognuno ha il diritto ad esprimere le proprie opinioni, ma è poco utile a tutti interferire nelle iniziative degli altri. Manteniamo comunque l’equilibrio e la calma”.

————————————————-

Nel pomeriggio altra iniziativa dei movimenti

In continuità con la sollevazione del 18 e del 19 Ottobre, e la straordinaria spinta e assedio del 12 aprile, la Bologna meticcia e antagonista da appuntamento in Piazza dell’Unità alle 15 per un Primo Maggio di lotta e dignità!

La battaglia per realizzare la nostra grande opera CASA – REDDITO – DIGNITA’ è appena iniziata!

Facciamo appello agli sfruttati e alle sfruttate della nostra città per costruire insieme la piazza e il corteo del Primo Maggio! C’è poco da festeggiare! Il Governo Renzi, al di là degli spot pubblicitari, è andato subito all’attacco dei nostri diritti: Piano Casa e Jobs Act sono i primi provvedimenti che aumenteranno ancora di più dolore e sofferenza sociale, aumentando a dismisura la precarietà abitativa e lavorativa. Non possiamo permetterlo!

Dobbiamo fermarli!

La spinta del conflitto sociale continua! Insieme ai facchini, le precarie, gli occupanti di case, le studentesse, gli universitari e i disoccupati diamo appuntamento per un Primo Maggio di lotta, una nuova giornata collettiva che già punta verso il vertice dell’Unione Europea dell’11 luglio a Torino!

CASA – REDDITO – DIGNITA’

Bologna Antagonista

Vermi sul MCDonald’s rimasto aperto
Centinaia di persone sfilano nel corteo del sindacato di base Usb. “Siamo in piazza a testa alta contro Renzi, il suo jobs act che creerà solo precarietà e le politiche di austerità della Troika e della Bce”, dicono i sindacalisti al megafono.

Dietro di loro striscioni per il diritto alla casa, per la scuola pubblica e contro la precarietà.

E’ arrivati di fronte al McDonald’s di via Indipendenza, rimasto aperto nonostante il Primo Maggio, che parte l’azione di protesta.

Alcuni manifestanti vestiti di nero si avvicinano alle vetrine, accendono dei fumogeni e infine lanciano sul pavimento un sacco pieno di vermi. “Il primo maggio non si lavora, si festeggia il lavoro e i lavoratori, il primo maggio è un giorno di lotta”.

Video :

https://www.youtube.com/watch?v=YD0KHTSuxT8

Primo Maggio, sindacati in piazza irruzione dei “No Coop”, scontriultima modifica: 2014-05-01T18:47:16+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *