Ecco i trenta giudici con lo stipendio milionario che Renzi non taglia

Ecco i trenta giudici con lo stipendio milionario che Renzi non taglia

Ci sono almeno trenta “intoccabili” ai quali Matteo Renzi non può tagliare lo stipendio pur volendo. Il loro stipendio supera di gran lunga il tetto fissato dal premier per i manager dello Stato, cioè i 238 mila euro del presidente della Repubblica, ma la spending review su loro non può essere usata. Si tratta degli alti magistrati e dei giudici contabili e amministrativi. Toccare i loro stipendi, spiega la Stampa, significherebbe violare la Costituzione.

Chi sono? Il più pagato di tutti, scrive Paolo Baroni, è Gaetano Silvestri, primo magistrato di Cassazione che si mette in tasca qualcosa come 1.490 euro al giorno che in un anno fanno 545.900 euro che arriveranno a 560 mila quest’anno. A ruota lo segue il segretario generale della Camera Ugo Zampetti che con i suoi 1.309 euro al giorno prende l’esatto doppio di quanto Renzi avrebbe fissato come soglia. Al terzo posto, ex equo con altri 14 giudici della Corte Costituzionale che guadagnano 454mila euro l’anno, ovvero 1243 euro al giorno. A seguire c’è Elisabetta Serafin, segretaria generale del Senato, che viaggia sui 427mila euro, ci sono i vice di Zampetti, Aurelio Speziale e Guido Letta (entrambi a quota 358mila euro), ci sono otto funzionari di Montecitorio a 300mila euro, altri sette a 375mila e no oltre i 400 mila.

Ecco i trenta giudici con lo stipendio milionario che Renzi non tagliaultima modifica: 2014-04-22T12:48:06+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *