Ucraina, Obama: Putin non ha ancora accettato la fine dell’Urss

Presidente russo ha “mal interpretato la politica estera Usa”
     
Roma, 28 mar. (TMNews) – La crisi in Ucraina dimostra che Vladimir Putin non ha ancora accettato la fine dell’Unione sovietica. Questa l’opinione del presidente americano Barack Obama, secondo cui con l’annessione della penisola di Crimea il presidente russo “ha voluto dare prova di un profondo risentimento per quella che lui considera la perdita dell’Unione sovietica”.

“Si poteva pensare che dopo 20 anni ci fosse consapevolezza da parte della leadership russa che la strada imboccata non contemplasse un ritorno al genere di pratiche usate durante la Guerra Fredda, quanto piuttosto un progredire verso una maggiore integrazione nell’economia mondiale e nell’essere un cittadino internazionale responsabile”, ha aggiunto Obama nell’intervista concessa alla Cbs.

Per Putin il crollo dell’Unione sovietiva è stato tragico, ha proseguito il capo della Casa Bianca: “C’è un forte nazionalismo russo e il sentimento che in qualche modo l’Occidente in passato abbia tratto vantaggi dalla Russia e lui vuole, in qualche modo, invertire o sostituire quanto accaduto”.

“Quello che ho detto più volte è che Putin può aver mal interpretato l’Occidente. E ha certamente mal interpretato la politica estera americana – ha concluso Obama – noi non abbiamo alcun interesse nel circondare la Russia e non abbiamo alcun interesse in Ucraina se non quello di consentire al popolo ucraino di prendere le proprie decisioni riguardo alle proprie vite”.

Nell’intervista concessa all’emittente americana durante la visita a Roma, Obama ha sollecitato Mosca a ritirare le truppe ammassate al confine con l’Ucraina e ad avviare negoziati diretti sia con il governo di Kiev che con la comunità internazionale.

http://www.tmnews.it/web/sezioni/nuovaeuropa/PN_20140328_00222_NE.shtml

Ucraina, Obama: Putin non ha ancora accettato la fine dell’Urssultima modifica: 2014-03-31T21:00:04+02:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *