LADRI IMPROVVISATI PER REGGERE ALL’URTO DELLA CRISI

italiani, evasori e pure ladri. Altro che brava gente….al rogo!!contro suicidio tasse

 Scritto il 17 marzo 2014 alle 10:05 da Redazione Finanza.com

Boom di furti e rapine con molti italiani che si trasformano in “ladri improvvisati” per riuscire ad arrivare indenni a fine mese. La crisi economica degli ultimi anni ha prodotto un’escalation dei furti e non solo. Dal 2010 al 2013 le rapine sono passate da 35mila a 44mila, più di 120 al giorno, con un incremento del 25%; nello stesso periodo gli scippisono passati da 14mila a 21mila (+50%); i furti in appartamento da 149mila a 246mila (+ 65%).
 
Oltre 3 mld di euro di merce rubata ai supermercati
Solo nei supermercati, secondo i dati Coldiretti, più di 3 miliardi di euro all’anno di merce viene rubata dagli scaffali. “E qui oggetto di furto è qualsiasi tipo di prodotto – spiegaCarlo Rienzi, presidente del Codacons – dall’abbigliamento ai profumi, dai salumi aiformaggi, passando per prodotti cosmetici e alcolici. Ma a cambiare è anche e soprattutto la tipologia di chi commette furti e rapine: non più ladri di professione ma “ladri improvvisati”. Si registra cioè un fortissimo incremento di cittadini che, vedendo ridotte le proprie capacità di acquisto a causa della crisi economica, decidono di ricorrere al furto come ultima possibilità per far fronte alle proprie esigenza di vita.
 
Il Codacons rimarca come tale ondata spaventosa di furti, rapine e scippi sia il prodotto della crisi economica e si deve parlare di una vera e propria emergenza nazionale. “I numeri sui piccoli reati economici ci dicono che siamo di fronte ad una escalation di furti, rapine, scippi e taccheggi, che trova la sua causa nella crisi economica che ha colpito il nostro paese” rimarca Rienzi.
LADRI IMPROVVISATI PER REGGERE ALL’URTO DELLA CRISIultima modifica: 2014-03-18T08:37:11+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *