La bolla del debito gonfia la capitalizzazione dei mercati

Scritto il 14 marzo 2014 alle 11:11 da Danilo DT
 
Il grafico del “Margin Debt” ormai credo sia noto a tutti i lettori. Il grafico che vi ho proposto in questo post,  ovviamente, ve lo confermo in toto.
Mette a nudo uno degli aspetti più “pericolosi” della bolla speculativa generata dalla liquidità con cui le banche centrali hanno inondato il mercato.
Sempre in relazione al rapporto tra borse e debiti, ho trovato molto interessante questo ragionamento.
Mettiamo a confronto al capitalizzazione delle borse USA con il totale dell’espansione del credito USA.
Si ottiene un “ratio” che ci illustra praticamente in modo più efficace il rapporto tra debiti e capitalizzazione di borsa.
Il risultato ottenuto è interessante.
Ci stiamo avvicinando a quei valori che in passato hanno rappresentato un livello “invalicabile”. Ovvio, è statistica e tutto può succedere, ma incuriosisce il fatto che ormai siamo in prossimità dei picchi del 2007-2004.
 
US market capitalisation vs US total credit growth
 
USCAPCRE-U-Index-US-mrk-cap-vs-2014-03-12-09-34-33
Bene, sommatelo al grafico del Margin Debt di cui sopra.
 
untitled999
Il mercato è colmo. Ma come detto potrebbe non essere sufficiente per far partire “copiose” correzioni, finchè il giochetto montato dalle banche centrali regge. Certo è che questo lievitare del credito in USA come in Cina (vedi il post prima pubblicato) non può lasciarci tranquilli.
 
(Se trovi interessante i contenuti di questo articolo, condividilo ai tuoi amici, clicca sulle icone sottostanti, sosterrai lo sviluppo di I&M!)
 
STAY TUNED!
 
La bolla del debito gonfia la capitalizzazione dei mercatiultima modifica: 2014-03-16T13:09:03+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *