i diritti civili non contemplano vita dignitosa

in Italia i diritti civili non contemplano una casa ed un reddito, sia attraverso un lavoro o meno.

Cosenza: Giovane coppia senza lavoro, “siamo pronti a morire, questa non è vita”
12 marzo 2014
Una giovane coppia senza lavoro del cosentino, in una lettera inviata a Diritti Civili, ha manifestato la volonta’ di “farla finita e di morire” perche’ “questa non e’ una vita che possiamo continuare a vivere”. I due, lui di 32 anni e lei di 28, sono entrambi disoccupati. La donna ha recentemente perso un bambino che stava per nascere, mentre il compagno e’ stato vittima di un incidente che lo ha portato a stare 18 giorni in coma. I due hanno scritto una lettera al leader del Movimento Diritti Civili, Franco Corbelli, in cui affermano che “chiediamo solamente un lavoro. Non vogliamo sussidi o soldi, vogliamo lavorare”.(…)
Leggi tutto su strettoweb
http://www.crisitaly.org/notizie/cosenza-giovane-coppia-senza-lavoro-siamo-pronti-morire-questa-non-e-vita/

Parma: Bollette non pagate per 580euro, famiglia con 2 disabili senz’acqua
15 marzo 2014
Una famiglia di quattro persone di cui due disabili è da 3 giorni senza acqua in casa. Da giovedì, quando i tecnici Iren hanno provveduto al distacco dell’utenza per morosità. Il debito con l’azienda erogatrice del servizio idrico ammonta a 580euro per le bollette che Chi Alì, da 5 anni disoccupato, non è riuscito a pagare. A denunciare la vicenda è Rete Diritti in casa: “Non è stato concesso neanche un quantitativo minimo vitale, nonostante la difficilissima situazione della famiglia”, sottolinea Filippo.(…)

Leggi tutto su ilmattinodiparma
http://www.crisitaly.org/notizie/parma-bollette-non-pagate-per-580euro-famiglia-con-2-disabili-senzacqua/

Spoleto: 44enne senza lavoro si cosparge di alcool e si da fuoco. Lo salva la moglie
15 marzo 2014
L’uomo di 44 anni si è chiuso in bagno, si è gettato alcol su tutto il corpo e si è dato fuoco. A salvarlo la moglie, in casa insieme ai due figli piccoli, e alcuni vicini di casa che, allertati dalla donna, hanno sfondato la porta e spento le fiamme che avvolgevano gli arti inferiori dell’uomo.
L’uomo ha riportato ustione giudicate gravi su una gamba e un piede. Il personale medico dell’ospedale del San Matteo ha disposto il trasferimento al Centro grandi ustionati di Cesena.(…)
Leggi tutto su laprimapagina
http://www.crisitaly.org/notizie/spoleto-44enne-senza-lavoro-si-cosparge-di-alcool-e-si-da-fuoco-lo-salva-la-moglie/

eppure, di soldi per le mafie NON MANCANO MAI MA PROPRIO MAI e non sarà certo Cagliari un’anomalia

Cagliari: Truffa alla regione per oltre un milione di euro. Arrestato sindaco e 3 tecnici

15 marzo 2014
Truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e abuso d’ufficio. Sono le accuse contestate dai militari della Guardia di finanza, del Nucleo di polizia tributaria di Cagliari, al sindaco di Maracalagonis Mario Fadda e a tre funzionari dell’ufficio tecnico comunale, Andrea Masala, Carmine Mario Mei e Mario Etzi. I quattro, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, avrebbero truffato la Regione Sardegna per un milione e 300 mila euro.
Fonte ansa
http://www.crisitaly.org/notizie/cagliari-truffa-alla-regione-per-oltre-un-milione-di-euro-arrestato-sindaco-e-3-tecnici/

i diritti civili non contemplano vita dignitosaultima modifica: 2014-03-15T21:08:29+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *