Comunicato Stampa – Docufilm No Muos

http://www.tgvallesusa.it/?p=6447

Posted on 10 marzo 2014

Il 26 marzo al Presidio No Tav di Venaus alle ore 21, siamo felici di ospitare per la prima volta in Piemonte Giuseppe Firrincieli, il regista del documentario sul Muos e sulla lotta No Muos di Niscemi. Il documentario verrà presentato a Torino e al Presidio No Tav di Venaus.

TRAMA
“Come il fuoco sotto la brace” è un film documentario che racconta l’esperienza NOMUOS che vivono uomini, donne, giovani, anziani e bambini di Niscemi, insieme ai comitati nomuos che si sono formati in Sicilia. La protesta non violenta che negli anni è diventata una lotta di tutti coloro che si oppongono agli accordi presi tra il governo degli Stati Uniti, il Governo Italiano e la Regione Sicilia, riguardo l’installazione, all’interno della base Militare Usa, del sistema radar MUOS (Mobile User Objective System), sia del devastante sistema di46 antenne N.R.T.F. (Naval Radio Transmitter Facility), che dal 1991 viola la riserva naturale della Sughereta di Niscemi (Sito di Interesse Comunitario) e alla militarizzazione dei nostri territori. Il documentario è lo sguardo attivo su un ”presidio permanente fatto di persone, voci, canzoni, coperte, sedie, tavoli, legna che arde, pentole per cucinare ogni giorno. E ogni notte il fumo della stufa sale in alto a manifestare la presenza della vita che resiste sullo sfondo della mega antenna, la più alta ma non l’unica, un simbolo di oppressione e di morte che nasconde dietro la collina l’ancora più opprimente MUOS in costruzione”(cit.).
Ma qualè la verità sul muos?
COME IL FUOCO SOTTO LA BRACE
REGIA: Giuseppe Firrincieli
ARRANGIAMENTO TESTI: Giuseppe Firrincieli
RIPRESE E MONTAGGIO: Giuseppe Firrincieli
MUSICHE: Fratelli La Strada
ANIMAZIONE: Dario Guastella (ManiaCreativa)…
TAVOLE: Bruna Fornaro
VOCE NARRANTE: Alessandro Sparacino
Parte dei testi sono tratti dal libro di Antonio Mazzeo “Un eco MUOStro a Niscemi”
Comunicato Stampa – Docufilm No Muosultima modifica: 2014-03-15T13:06:36+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *