GZ – Far Perdere Soldi Ai Creditori

La stragrande maggioranza degli esperti italiani, a vario titolo, non lo capisce per niente. Ma non lo capisce neanche la piccola minoranza di quelli catastrofisti, per i quali non c’è soluzione e cadono nel misticismo perchè colorano moralmente la questione

In realtà l’economia è qualcosa di amorale e meccanico che gira come una enorme macchina, un colossale ingranaggio che ruota su milioni di transazioni in cui alla fine qualcuno scambia una certa quantità di lavoro o di beni e un altro offre una certa quantità di denaro o di credito (dove i due sono fungibili)

Quelli che offrono lavoro, beni o servizi sono vincolati alla fatica muscolare o mentale e alle risorse materiali e fisiche e possono aumentare la loro produzione solo lentamente, sostanzialmente applicando l’ingegno, lavorando in modo più efficiente e inventando tecnologie (visto che più o meno si lavora oggi come numero di ore quando cinquanta anni fa)

I secondi hanno spesso ricavato in passato il denaro che usano per pagare dall’offrire anche loro lavoro e beni e quindi se si usasse solo denaro tutto sarebbe semplice e l’economia si muoverebbe lentamente, in base allo sforzo fisico e mentale e al consumo di risorse materiali. Ma quando si paga per i servizi e i beni spesso si può ricorrere anche al Credito, che non è vincolato da niente, viene creato gratis dal niente sulla fiducia, sul “credere” (come dice la parola) che in futuro si sarà ripagati. E’ ovvio quindi che il credito è la quantità che può oscillare molti di più delle altre ed è di conseguenza il fattore che fa oscillare l’economia tra boom e recessioni.

Ma oltre a queste oscillazioni del Credito che durano 4-5 anni di solito, c’è anche un trend sottostante di accumulo del credito (e del debito) di tipo secolare che non viene notato per decenni, fino a quando non raggiunge il suo massimo storico e allora hai crisi bancarie, crac finanziari e si paralizza di colpo l’economia. Che è quello che è successo esattamente ora in Occidente.

In tutto questo non c’è niente di nuovo o di tremendo, è più o meno qualcosa che è successo anche in passato e che succederà in futuro, è una enorme macchina composta di milioni di transazioni in cui beni e servizi vengono scambiato per denaro e credito. E il credito si accumula però lentamente fino a quando sommerge di debito l’economia e bisogna ridurlo. E quando arrivi a questo punto devi applicare le soluzioni al problema che si sono sempre applicate. Tre su quattro implicano che si deve far perdere soldi ai creditori, che hanno esagerato tramite i default, stampare moneta/inflazione e la redistribuzione del reddito (la soluzione di far pagare tutto ai debitori (“Austerità”) invece è tecnicamente e aritmeticamente impossibile, se la applichi paralizza la macchina dell’economia, come è stato spiegato tante volte, ma se anche Ray Dalio lo illustra chissà che non convinca di più).

GZ
Fonte: www.cobraf.com
10.03.2014

GZ – Far Perdere Soldi Ai Creditoriultima modifica: 2014-03-10T14:54:49+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *