tempo scaduto per i debiti u.s.a.

per loro il deficit a go-go va bene, per noi i vincoli europei. Proprio vero che la Ue è stata voluta dalla CIA, si capisce perché.

07/02/2014 – h.22,45 Torna a galla il problema del debito USA che, nonostante i tagli alla spesa approvati dal Congresso, continua a correre a ritmi elevati, avviandosi a sfondare nuovamente il tetto fissato entro la fine di febbraio. A lanciare l’allarme stavolta è stato in settimana il Fondo Monetario Internazionale, dopo il monito del Segretario del Tesoro americano Jack Lew. Lew, aveva annunciato che gli Stati Uniti potrebbero non essere più in grado di rifinanziarsi con il collocamento di titoli di stato (Treasury) già a partire da questo venerdì, se l’aula di Capitol Hill non approverà un nuovo innalzamento del tetto del debito. Naturalmente, c’è la possibilità tecnica di guadagnare qualche giorno in più, ma non oltre fine mese. Si riaffaccia così lo spettro del default. Che cosa significherebbe un default degli Stati Uniti? A parte i chiari impatti sull’economia globale e le pesanti ripercussioni sui mercati, semplicemente il default implica l’impossibilità del Governo americano di rifinanziare la spesa pubblica con il collocamento di bond. Un fallimento tecnico per la maggiore economia mondiale. Il rischio è alto e, soprattutto, arriva in un momento molto particolare, giacché esistono già forti tensioni a livello mondiale per il ritiro graduale degli aiuti all’economia avviato dalla Fed (il tapering). Il Fondo Monetario, dunque, ha messo in guardia i politici statunitensi, affermando che è essenziale che il Congresso voti immediatamente ed in modo duraturo un innalzamento del tetto, per ridurre il clima di incertezza a livello globale. “L’ultima cosa della quale l’economia USA ha bisogno – ha affermato il portavoce Gerry Rice – è un altro choc per la fiducia”. L’indice Dow Jones ha chiuso con una discesa dello 0,54% a 15.794,08 punti. Per le prossime sedute va posta particolare attenzione all’area di supporto più immediata vista a 15.490,34 con target successivo stimato a 15.186,61. Resistenza a 15.948,16.

 http://www.teleborsa.it/Analisi-Tecnica/Indici-America-Asia

tempo scaduto per i debiti u.s.a.ultima modifica: 2014-02-15T23:06:43+01:00da davi-luciano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *